Autore Topic: Nuovo progetto Open Source (Ambito medico-scientifico)  (Letto 2330 volte)

Offline Sparmi

  • *
  • Post: 108
  • Reputazione: 3
    • Mostra profilo
Nuovo progetto Open Source (Ambito medico-scientifico)
« il: 16 Luglio 2014 ore 11:15 »
Ciao ragazzi, qui è Sparmi che vi parla.
Ho una notizia che può interessare la comunità in generale. Dopo molto tempo sono riuscito a convincere la mia azienda, KeysOn SRL, (di cui sono il responsabile dell'area informatica) di realizzare il prossimo progetto in maniera completamente Open Source; dalla A alla Z.
Qual'è la domanda che mi pongo io.
In che maniera un'azienda deve muoversi per poter realizzare quest' idea?
Quello che ora tengo in considerazione:
  • GitHub che abbiamo tutt'ora in maniera privata verrà reso pubblico per quanto riguarda i sorgenti di questa applicazione
  • La licenza selezionata credo sia GPLv3 (LGPL in studio XD)
  • Non capisco se esistono standard di programmazione per l'open source che vanno dalla struttura del software alla semplice indentazione (per quest' ultima conosco diversi stili ma ne utilizzo uno mio ripreso da Qt ed Artistic)
  • Documentazione del codice attraverso l'utilizzo di Doxygen per elaborare pagine HTML
  • Linguaggi selezionati per lo sviluppo: PHP (lato server) o alternativa ancora da considerare Qt5 (quindi applicazione server ed il PHP per un'interfaccio Web), QtQuick2 per Client desktop e mobile, QtQuick2 per app lato pazienti, PostgreSQL database
  • Il progetto è un progetto serio ed indirizzato ad un utilizzo professionale (dico solo che riguarda ambito medico-scientifico), non si tratta di un qualcosa utilizzabile a casa (in maniera attiva, visto che il lato pazienti invece è utilizzabile da chiunque)

C'è altro che dovrei considerare? Ho tempo fino a Dicembre per organizzare il tutto.
Grazie ragazzi!

Offline elvis

  • *
  • Post: 136
  • Reputazione: 9
    • Mostra profilo
Re:Nuovo progetto Open Source (Ambito medico-scientifico)
« Risposta #1 il: 17 Luglio 2014 ore 15:13 »
Ciao ragazzi, qui è Sparmi che vi parla.
Ho una notizia che può interessare la comunità in generale. Dopo molto tempo sono riuscito a convincere la mia azienda, KeysOn SRL, (di cui sono il responsabile dell'area informatica) di realizzare il prossimo progetto in maniera completamente Open Source; dalla A alla Z.
Qual'è la domanda che mi pongo io.
In che maniera un'azienda deve muoversi per poter realizzare quest' idea?
Quello che ora tengo in considerazione:
  • GitHub che abbiamo tutt'ora in maniera privata verrà reso pubblico per quanto riguarda i sorgenti di questa applicazione
  • La licenza selezionata credo sia GPLv3 (LGPL in studio XD)
  • Non capisco se esistono standard di programmazione per l'open source che vanno dalla struttura del software alla semplice indentazione (per quest' ultima conosco diversi stili ma ne utilizzo uno mio ripreso da Qt ed Artistic)
  • Documentazione del codice attraverso l'utilizzo di Doxygen per elaborare pagine HTML
  • Linguaggi selezionati per lo sviluppo: PHP (lato server) o alternativa ancora da considerare Qt5 (quindi applicazione server ed il PHP per un'interfaccio Web), QtQuick2 per Client desktop e mobile, QtQuick2 per app lato pazienti, PostgreSQL database
  • Il progetto è un progetto serio ed indirizzato ad un utilizzo professionale (dico solo che riguarda ambito medico-scientifico), non si tratta di un qualcosa utilizzabile a casa (in maniera attiva, visto che il lato pazienti invece è utilizzabile da chiunque)

C'è altro che dovrei considerare? Ho tempo fino a Dicembre per organizzare il tutto.
Grazie ragazzi!
Riguardo alcuni dei punti:
2. Perchè usare la GPL? Considera anche l'uso di altre licenze, potresti mantere il progetto open ma allo stesso tempo non precluderti per sempre l'eventualità di farci un profitto in futuro (licenze Apache, MIT, o simili)
3. Non esistono standard per l'indentazione, l'importante è che sia coerente all'interno di uno stesso progetto.
Riguardo la "struttura del software", non per niente esiste l'Ingegneria del Software, dovresti farti un'infarinata in materia se non conosci nulla.
5. Sui linguaggi solo tu puoi sapere cosa ti serve, su quali piattaforme ti serve, ecc. ecc.

In bocca al lupo  ;D

Pc Config
--phenom x4 965 @ 3.4 ghz
--corsair 8GB ddr3
--nvidia gtx 460
--ocz agility 3 60GB (chakra)
--crucial m4 128GB (windows 8.1)

Offline alex

  • *
  • Post: 190
  • Reputazione: 4
    • Mostra profilo
Re:Nuovo progetto Open Source (Ambito medico-scientifico)
« Risposta #2 il: 17 Luglio 2014 ore 15:46 »
Non so di che applicazioni parli, ma a prescindere dal fatto che sia open o meno assicurati anche per tutto l'aspetto normativo che ti può coinvolgere, visto che parli di settore medico, hai probabilmente da gestire dati personali, ecc...

Credo che l'aspetto open e le licenze lo puoi anche considerare dopo, anche sulla base delle licenze di quello che eventualmente userai. La tua licenza deve essere concorde con le licenze di parti che usi.

Buon lavoro, io vorrei solo una bella vacanza!  ;D

Offline Sparmi

  • *
  • Post: 108
  • Reputazione: 3
    • Mostra profilo
Re:Nuovo progetto Open Source (Ambito medico-scientifico)
« Risposta #3 il: 17 Luglio 2014 ore 16:20 »
Riguardo alcuni dei punti:
2. Perchè usare la GPL? Considera anche l'uso di altre licenze, potresti mantere il progetto open ma allo stesso tempo non precluderti per sempre l'eventualità di farci un profitto in futuro (licenze Apache, MIT, o simili)
3. Non esistono standard per l'indentazione, l'importante è che sia coerente all'interno di uno stesso progetto.
Riguardo la "struttura del software", non per niente esiste l'Ingegneria del Software, dovresti farti un'infarinata in materia se non conosci nulla.
5. Sui linguaggi solo tu puoi sapere cosa ti serve, su quali piattaforme ti serve, ecc. ecc.

In bocca al lupo  ;D

Ma per il profitto non ci dovrebbero essere problemi. Con una GPL posso tranquillamente vendere, sbaglio? Il tipo di applicazione è Client-Server e se io appoggio su server aziendali posso vendere l'utilizzo dello stesso.

Esempio:
  • Rilascio Open tutto il sistema
  • Come azienda fornisco il primo servizio attivo del sistema, a pagamento in quanto viene fornita assistenza da medici, per quanto riguarda l'utilizzo e le motivazioni nel software ed assistenza tecnica per il resto.
  • Ovviamente chiunque altro può aprire una piattaforma, o sbaglio?
  • I pazienti finali non pagano nulla in quanto devono solo scaricare gratis l'app e collegare l'account che gli verrà fornito

Diciamo che l'obiettivo è far si che chi vuole usare i sorgenti deve ridare all'Open e non può privatizzare.
La concorrenza non è un problema, anzi. Se più aziende o chiunque comincerà ad usare i sorgenti per tirare su qualcosa significa che il progetto funziona in maniera tosta XD

Offline Cylon

  • *
  • Post: 1960
  • Reputazione: 78
  • CYbernetic Life fOrm Node
    • Mostra profilo
Re:Nuovo progetto Open Source (Ambito medico-scientifico)
« Risposta #4 il: 17 Luglio 2014 ore 16:38 »
Diciamo che l'obiettivo è far si che chi vuole usare i sorgenti deve ridare all'Open e non può privatizzare.
La concorrenza non è un problema, anzi. Se più aziende o chiunque comincerà ad usare i sorgenti per tirare su qualcosa significa che il progetto funziona in maniera tosta XD
quindi sai già le licenze da evitare come la peste (BSD e simili).

GPL tutta la vita  ;D
We are the Cylons. Lower your firewalll and surrender.Your PC will adapt to service our GNU/Linux systems. Resistance is futile. Extermination of human race has began!
                                                                     Non rispondo a PM

Offline FranzMari

  • *
  • Post: 2810
  • Reputazione: 103
  • [Senior Packager]
    • Mostra profilo
    • IMHO blog
Re:Nuovo progetto Open Source (Ambito medico-scientifico)
« Risposta #5 il: 17 Luglio 2014 ore 16:53 »
Ma per il profitto non ci dovrebbero essere problemi. Con una GPL posso tranquillamente vendere, sbaglio?

Non sbagli affatto, la GPL non vieta in alcun modo di guadagnare vendendo il software. È una leggenda metropolitana  ;)
«Il valore dell'essere umano si determina nella misura in cui sia grande o piccola la sua capacità di contribuire al bene collettivo.» Jigorō Kanō

Offline Sparmi

  • *
  • Post: 108
  • Reputazione: 3
    • Mostra profilo
Re:Nuovo progetto Open Source (Ambito medico-scientifico)
« Risposta #6 il: 17 Luglio 2014 ore 16:55 »
quindi sai già le licenze da evitare come la peste (BSD e simili).

GPL tutta la vita  ;D

Già, mi sto informando come un diavolo della Tasmania XD

Vorrei solo approfondire meglio un sistema, magari già esistente, di un'azienda che coopera nel mondo dell'Open Source, in modo tale che anche la mia possa condividere questo grande project :)

Non sbagli affatto, la GPL non vieta in alcun modo di guadagnare vendendo il software. È una leggenda metropolitana  ;)

Perfetto  :beer:

Offline Cylon

  • *
  • Post: 1960
  • Reputazione: 78
  • CYbernetic Life fOrm Node
    • Mostra profilo
Re:Nuovo progetto Open Source (Ambito medico-scientifico)
« Risposta #7 il: 17 Luglio 2014 ore 17:08 »
Già, mi sto informando come un diavolo della Tasmania XD

Vorrei solo approfondire meglio un sistema, magari già esistente, di un'azienda che coopera nel mondo dell'Open Source, in modo tale che anche la mia possa condividere questo grande project :)

Perfetto  :beer:

se vuoi un esempio di un'azienda, la prima che mi è venuta in mente è red hat
We are the Cylons. Lower your firewalll and surrender.Your PC will adapt to service our GNU/Linux systems. Resistance is futile. Extermination of human race has began!
                                                                     Non rispondo a PM

Offline Sparmi

  • *
  • Post: 108
  • Reputazione: 3
    • Mostra profilo
Re:Nuovo progetto Open Source (Ambito medico-scientifico)
« Risposta #8 il: 17 Luglio 2014 ore 17:56 »
se vuoi un esempio di un'azienda, la prima che mi è venuta in mente è red hat

Grazie :)  :beer:

Offline elvis

  • *
  • Post: 136
  • Reputazione: 9
    • Mostra profilo
Re:Nuovo progetto Open Source (Ambito medico-scientifico)
« Risposta #9 il: 18 Luglio 2014 ore 12:03 »
@Sparmi: se quello è il business model che hai in mente, allora la GPL va benissimo, anzi ti è necessaria come fatto notare da Cylon.

Non sbagli affatto, la GPL non vieta in alcun modo di guadagnare vendendo il software. È una leggenda metropolitana  ;)
Non lo vieta, ma nessuno comprerà software GPL quando può ottenerlo gratis. Il modo migliore per guadagnare è vendere servizi legati all'utilizzo di software GPL (quello che fa RedHat).
Pc Config
--phenom x4 965 @ 3.4 ghz
--corsair 8GB ddr3
--nvidia gtx 460
--ocz agility 3 60GB (chakra)
--crucial m4 128GB (windows 8.1)

Offline FranzMari

  • *
  • Post: 2810
  • Reputazione: 103
  • [Senior Packager]
    • Mostra profilo
    • IMHO blog
Re:Nuovo progetto Open Source (Ambito medico-scientifico)
« Risposta #10 il: 18 Luglio 2014 ore 12:28 »
Non lo vieta, ma nessuno comprerà software GPL quando può ottenerlo gratis.

Per ottenerlo gratis qualcuno deve averlo comprato e non è detto che chi ha pagato per averlo sia disposto a ridistribuirlo gratuitamente.
Dire che la GPL preclude "per sempre l'eventualità di farci un profitto in futuro", basandosi solo su un'opinione personale, è scorretto ed infondato.

Il modo migliore per guadagnare è vendere servizi legati all'utilizzo di software GPL (quello che fa RedHat).

Che infatti è quello che ha intenzione di fare Sparmi  ;D
Quindi l'argomentazione citata precedentemente non è pertinente al caso in esame.
«Il valore dell'essere umano si determina nella misura in cui sia grande o piccola la sua capacità di contribuire al bene collettivo.» Jigorō Kanō

Offline Sparmi

  • *
  • Post: 108
  • Reputazione: 3
    • Mostra profilo
Re:Nuovo progetto Open Source (Ambito medico-scientifico)
« Risposta #11 il: 18 Luglio 2014 ore 13:12 »
Per ottenerlo gratis qualcuno deve averlo comprato e non è detto che chi ha pagato per averlo sia disposto a ridistribuirlo gratuitamente.
Dire che la GPL preclude "per sempre l'eventualità di farci un profitto in futuro", basandosi solo su un'opinione personale, è scorretto ed infondato.

Che infatti è quello che ha intenzione di fare Sparmi  ;D
Quindi l'argomentazione citata precedentemente non è pertinente al caso in esame.

Esattamente :) Per me chiunque può usare per se o per altri ma offrire un servizio su larga scala ha dei costi e la mia azienda non fa beneficienza XD
Inoltre offriamo supporto con la mediazione di medici specialisti e così via :)

Ok quindi la mia idea aziendale è realizzabile *_*

Quindi da settembre sotto con relazioni, wiki e documentazioni!  :-[

Offline elvis

  • *
  • Post: 136
  • Reputazione: 9
    • Mostra profilo
Re:Nuovo progetto Open Source (Ambito medico-scientifico)
« Risposta #12 il: 18 Luglio 2014 ore 13:22 »
Per ottenerlo gratis qualcuno deve averlo comprato e non è detto che chi ha pagato per averlo sia disposto a ridistribuirlo gratuitamente.
Non capisco il tuo punto qui, il software GPL è liberamente accessibile senza comprare nulla.
Citazione
Dire che la GPL preclude "per sempre l'eventualità di farci un profitto in futuro", basandosi solo su un'opinione personale, è scorretto ed infondato.
Ora che rileggo la mia frase hai ragione, l'ho scritta male. Quello che intendevo (e che non ho specificato) era l'eventualità di fare profitto vendendo direttamente il codice.
Pc Config
--phenom x4 965 @ 3.4 ghz
--corsair 8GB ddr3
--nvidia gtx 460
--ocz agility 3 60GB (chakra)
--crucial m4 128GB (windows 8.1)

Offline FranzMari

  • *
  • Post: 2810
  • Reputazione: 103
  • [Senior Packager]
    • Mostra profilo
    • IMHO blog
Re:Nuovo progetto Open Source (Ambito medico-scientifico)
« Risposta #13 il: 18 Luglio 2014 ore 14:54 »
Non capisco il tuo punto qui, il software GPL è liberamente accessibile senza comprare nulla.

Assolutamente no!
Se io scrivo un software coperto da licenza GPL per venderlo, non sono tenuto a distribuire pubblicamente il codice sorgente, ma solo a renderlo disponibile a chi acquista il software (che successivamente potrà essere ridistribuito gratuitamente dall'acquirente).
Leggi qui e qui per ulteriori dettagli  ;)
«Il valore dell'essere umano si determina nella misura in cui sia grande o piccola la sua capacità di contribuire al bene collettivo.» Jigorō Kanō

Offline elvis

  • *
  • Post: 136
  • Reputazione: 9
    • Mostra profilo
Re:Nuovo progetto Open Source (Ambito medico-scientifico)
« Risposta #14 il: 18 Luglio 2014 ore 15:05 »
Assolutamente no!
Se io scrivo un software coperto da licenza GPL per venderlo, non sono tenuto a distribuire pubblicamente il codice sorgente, ma solo a renderlo disponibile a chi acquista il software (che successivamente potrà essere ridistribuito gratuitamente dall'acquirente).
Leggi qui e qui per ulteriori dettagli  ;)
È vero che la GPL te lo consente, ma non è questo lo scopo principale della licenza e all'atto pratico non ha molto senso.
Pc Config
--phenom x4 965 @ 3.4 ghz
--corsair 8GB ddr3
--nvidia gtx 460
--ocz agility 3 60GB (chakra)
--crucial m4 128GB (windows 8.1)

 

Template by Homey | Sito ufficiale | Disclaimer