Autore Topic: linux una "religione"  (Letto 1700 volte)

Offline fabbrilli

  • *
  • Post: 157
  • Reputazione: 3
    • Mostra profilo
linux una "religione"
« il: 16 Febbraio 2014 ore 02:21 »
ciao ragazzi, c'è qualcuno in grado di rispondergli? magari in video come ha fatto lui?
« Ultima modifica: 16 Febbraio 2014 ore 02:29 da fabbrilli »

Offline fabbrilli

  • *
  • Post: 157
  • Reputazione: 3
    • Mostra profilo
Re:linux una "religione"
« Risposta #1 il: 16 Febbraio 2014 ore 02:48 »
 :nono: mi correggo. qualcuno con le "palle" gli ha già risposto. lasciate cadere. è solo provocazione per aumentare "visbilità"  :-X scusatemi, mi sono fatto prendere dall'ira  >:(
« Ultima modifica: 16 Febbraio 2014 ore 02:56 da fabbrilli »

Offline UnderTheGun

  • *
  • Post: 716
  • Reputazione: 69
  • [ Official Packager ]
    • Mostra profilo
    • kernel-CK repository
Re:linux una "religione"
« Risposta #2 il: 16 Febbraio 2014 ore 03:05 »
 ???

 :lol: :lol: :lol:

Lascia fare Fab..... Provocazioni da 2 soldi, di un frustrato che è costretto a scaricare 8ooo crack per usare i programmi sul suo "amato" windows....

Kernel ottimizzati per Chakra
*Kernel CK - Kernel PF*

Offline vellerofonte

  • *
  • Post: 1374
  • Reputazione: 58
  • #Chakra: Kde for life
    • Mostra profilo
Re:linux una "religione"
« Risposta #3 il: 16 Febbraio 2014 ore 07:22 »
Un concentrato di superficialità, ignoranza, luoghi comuni e soprattutto mancanza di rispetto se pensiamo che su ubuntu.it è contro il regolamento utilizzare termini quali Winzozz.

Direi che passando sopra i modi ed i termini, in alcuni passaggi non ha tutti i torti ma la colpa della mancanza di software fondamentalmente non può essere attribuita a Gnu/Linux esattamente come non può essere una mancanza di Windows se il sistema si riduce un colabrodo navigando su siti discutibili senza antivirus e firewall.

Comunque in definitiva, spero che nessun utente Gnu/Linux raggiunga mai un così basso livello parlando di Windows, la mancanza di rispetto per il duro lavoro altrui non è giustificabile mai se si va oltre la semplice battutina goliardica.


Offline Cylon

  • *
  • Post: 1960
  • Reputazione: 78
  • CYbernetic Life fOrm Node
    • Mostra profilo
Re:linux una "religione"
« Risposta #4 il: 16 Febbraio 2014 ore 08:01 »
"mancanza di software" è relativo, nel senso dipende da che lavoro fai... io programmo e GNU/Linux ha tutto quello che mi serve...
We are the Cylons. Lower your firewalll and surrender.Your PC will adapt to service our GNU/Linux systems. Resistance is futile. Extermination of human race has began!
                                                                     Non rispondo a PM

Offline dinolib

  • *
  • Post: 3226
  • Reputazione: 110
    • Mostra profilo
Re:linux una "religione"
« Risposta #5 il: 16 Febbraio 2014 ore 10:15 »
ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah

ho scoperto il mondo dei vlog tramite youtobi. video carini per distrarsi un po' ogni tanto. Poi tramite plus sono venuto a conoscenza delle guerre di religione per avere iscritti/visite/feed (o come si chiamano). Incuriosito ho visto un po' di video sparsi di altri vblogger.

Mia conclusione: ragazzini ignoranti in cerca di visibilità. Contenuti nulli. Questo acegamer o come si chiama propone idee nazi-fasciste nascondendosi dietro la libertà di espressione. Non ha neanche idea di ciò che dice. Ignoranza pura.
Ah, il video su uculu l'ho visto stamattina al cesso perchè era un paio di giorni che non producevo. Mi sono liberato alla grande. Alcune cose che dice sono vere e ovvie. Altre sono generalizzazioni inutili. Ho finito di produrre prima della fine del video ed ho chiuso lì.

La potenza di internet è grande. Ma potendo tutti avervi accesso è necessario saper discernere. Il regalo migliore che potete fare a questa gente? Non seguire i loro video, non ripostarli, non commentarli.

Mi sa che ho perso troppo tempo a scrivere di questo. chiudo  :-X
« Ultima modifica: 16 Febbraio 2014 ore 10:17 da dinolib »

Offline andreazube

  • *
  • Post: 1595
  • Reputazione: 64
  • I AM THE INTERSECT
    • Mostra profilo
    • Lupo mannaro
Re:linux una "religione"
« Risposta #6 il: 16 Febbraio 2014 ore 10:32 »
Sinceramente mi pare una situazione abbastanza ridicola. I "linari" che vanno li a guardare e commentare non fanno che aumentare visualizzazioni e commenti. Il che potrebbe anche starci per un po', ma molti sono "spinti" da certi blog e commentano in modo quasi identico.
Se proprio bisogna commentare, decisamente meglio farlo su un terreno neutrale ( e per neutrale non intendo neutrale tra windows e linux, ma un posto dove non si guadagna dalle visualizzazioni, come appunto questo forum).

Avevo già sentito parlare di zeb89 e avevo visto un paio di suoi video, e non mi è mai stato simpatico, ne per le idee che esprime ne per come le esprime. A questo proposito, recentemente ha ricevuto una multa da oltre mille euro, da quello che so per diffamazione (di certo l'ha ricevuta; lui stesso ha postato una foto su facebook).

I concetti che esprime sono quasi tutti facilmente smontabili. L'unica cosa su cui ha ragione, in dieci minuti di video-sfogo-insulti è la mancanza di software per alcune professioni, e quindi l'impossibilità di usare linux in questi casi, almeno per il momento.
Tutto il resto è palesemente nient'altro che un miscuglio di insulti, luoghi comuni e frasi dettate dall'ignoranza, il tutto per fare polemica e quindi guadagnare visualizzazioni.

Non capisco perchè dargli tutta questa importanza; capisco che certi blog sapendo che nascerà una polemica cercano di guadagnarci, non capisco tutti quelli che vanno a fare "guerre" nei commenti di quel video. Non è il primo e non sarà l'ultimo a fare cose.... e invece oramai mezza italia "linara" parla di lui, mentre tutti gli altri, come al solito, non sono mai interessati a nessuno (giustamente).

Offline dave

  • *
  • Post: 334
  • Reputazione: 12
    • Mostra profilo
Re:linux una "religione"
« Risposta #7 il: 16 Febbraio 2014 ore 13:43 »
"mancanza di software" è relativo, nel senso dipende da che lavoro fai... io programmo e GNU/Linux ha tutto quello che mi serve...

+1

Io cazzeggio e ho tutto quello che mi serve  :beer:
"...e se la rana avesse le ali non sbatterebbe il culo ogni volta che salta!"

Offline vellerofonte

  • *
  • Post: 1374
  • Reputazione: 58
  • #Chakra: Kde for life
    • Mostra profilo
Re:linux una "religione"
« Risposta #8 il: 16 Febbraio 2014 ore 14:55 »
+1

Io cazzeggio e ho tutto quello che mi serve  :beer:

Sì ragazzi, ok....ma guardiamo in faccia alla realtà, nessun ufficio tecnico degno di questo nome potrebbe mai appoggiarsi solo a sistemi open source.

Anche nel malaugurato caso che lavori esclusivamente in 2D, l'unico software attualmente avvicinabile alla decenza è Draftsigth, solo che non so come spiegarlo...

se Gimp e Photoshop sono distanti quanto lo sono mediamente terra e luna, Draftsight ed Autocad sono distanti quanto lo sono mediamente Terra e Plutone, ecco forse così rendo l'idea  :D

Se poi si torna nel 2014 e si pensa alla modellazione tridimensionale, saluti e baci a tutti, è stato un piacere, ci vediamo su Windows 7  :(

Se devo modellare con SolidWorks, Maya, 3D Studio Max, Inventor o Catia per citarne alcuni, non posso certo andare in emulazione o usare Wine che per quanto sia caruccio non mi permette di utilizzare software di una certa "importanza", ma solo applicativi minori con una resa e una prestazione che non desidero commentare.

Non scordiamoci il fondamentale problema driver video (fondamentali in queste applicazioni), che affligge Gnu/Linux praticamente da sempre e che si spera possa migliorare drasticamente grazie a Steam & company.

Se a tutto questo aggiungiamo l'annoso problema della condivisione, dato che se si lavora i risultati del proprio lavoro vanno condivisi con il resto del mondo per tramutarsi in fattura  ;D, le cose si complicano in maniera catastrofica.

Ad oggi in ambito lavorativo insomma, Gnu/Linux svolge un eccellente compito nelle Server Farm e nella pubblica amministrazione che sfrutta prettamente internet e Libre Office, per il resto oltre alla programmazione, non vedo moltissimi sbocchi.

Ovvio che a casa non voglio neanche sentir parlare di Windows, me lo sciroppo tutto il giorno in ufficio, ma a casa (in teoria) non si lavora  8)
« Ultima modifica: 16 Febbraio 2014 ore 14:58 da vellerofonte »

Offline fabbrilli

  • *
  • Post: 157
  • Reputazione: 3
    • Mostra profilo
Re:linux una "religione"
« Risposta #9 il: 16 Febbraio 2014 ore 15:58 »
 :o quindi ha ragione?

Offline vellerofonte

  • *
  • Post: 1374
  • Reputazione: 58
  • #Chakra: Kde for life
    • Mostra profilo
R: Re:linux una "religione"
« Risposta #10 il: 16 Febbraio 2014 ore 16:28 »
:o quindi ha ragione?

Diciamo che ha tentato di esprimere  concetti con un fondo di verità ma facendo un'analisi assolutamente superficiale,  piena di luoghi comuni e soprattutto senza alcun rispetto per sviluppatori ed utilizzatori (che poi gli farei fare panca piana insieme a me visto che ha stereotipato gli user Linux come degli amebi senza vita con una corporatura inguardabile).  In totale avrebbe potuto avere ragione ma ha sparato una marea di baggianate, nel modo peggiore possibile.

Inviato dal mio GT-I9300 utilizzando Tapatalk


Offline UnderTheGun

  • *
  • Post: 716
  • Reputazione: 69
  • [ Official Packager ]
    • Mostra profilo
    • kernel-CK repository
Re:linux una "religione"
« Risposta #11 il: 16 Febbraio 2014 ore 17:48 »

se Gimp e Photoshop sono distanti quanto lo sono mediamente terra e luna, Draftsight ed Autocad sono distanti quanto lo sono mediamente Terra e Plutone, ecco forse così rendo l'idea  :D

Se poi si torna nel 2014 e si pensa alla modellazione tridimensionale, saluti e baci a tutti, è stato un piacere, ci vediamo su Windows 7  :(

Se devo modellare con SolidWorks, Maya, 3D Studio Max, Inventor o Catia per citarne alcuni, non posso certo andare in emulazione o usare Wine che per quanto sia caruccio non mi permette di utilizzare software di una certa "importanza", ma solo applicativi minori con una resa e una prestazione che non desidero commentare.


Io non me ne intendo ma.....non si potrebbe lavorare su certe cose su un mac? O è possibile solo su un pc windows?

Kernel ottimizzati per Chakra
*Kernel CK - Kernel PF*

Offline dinolib

  • *
  • Post: 3226
  • Reputazione: 110
    • Mostra profilo
Re:linux una "religione"
« Risposta #12 il: 16 Febbraio 2014 ore 19:34 »
Per quanto riguarda Linux e software direi che certamente come SW professionale non siamo ben forniti.

Come SW a pagamento comunque ci sono buoni prodotti (non è un'analisi, sono solo cose che mi vengono in mente di getto ed altre che sto cercando al volo):

ufficio: libreoffice (non capisco perchè non si citi. In ufficio la maggior parte degli utenti scrive lettere!)
2D/3D: bricscad
     siemens NX ecc. (http://kaigaraonline.wordpress.com/2010/12/20/not-true-linux-lacks-good-3d-cad-software/)
modellazione: catia V5 https://it.wikipedia.org/wiki/CATIA
                      autodesk mudbox http://www.autodesk.com/products/mudbox/overview

video editing: mai sentito parlare di blender?

purtroppo come editor lineari professionali siamo messi un po' male. openshot promette bene. kdenlive zoppica un po'. E comunque sono ottimi per amatori, ma non mi sembra permettano grande produttività per i professionisti

Sono d'accordo che il portafoglio di software per professionisti è molto limitato ed in certi casi insufficiente. Ma dire non ci sia nulla mi sembra troppo.

Ah: ci sono dei pirla che lo usano anche in ambiti professionali. Mah, avranno un passato da fricchettoni, di sicuro...

Offline dinolib

  • *
  • Post: 3226
  • Reputazione: 110
    • Mostra profilo

Offline vellerofonte

  • *
  • Post: 1374
  • Reputazione: 58
  • #Chakra: Kde for life
    • Mostra profilo
Re:linux una "religione"
« Risposta #14 il: 16 Febbraio 2014 ore 19:59 »
Dino va bene tutto, ma ci sono degli standard di fatto nel mondo lavorativo, purtroppo ad accaparrarsi il "diritto" a tali standard è stato l'universo Windows, non posso pensare di creare un progetto meccanico più o meno complesso utilizzando un software che non è utilizzato dalla maggioranza dei clienti essendo costretto ad esportare il tutto in formati "neutri" che al 99% delle volte perdono informazioni più o meno importanti e comunque sono di inferiore qualità rispetto ai file nativi.

Non basta entrare in un ufficio e dire: "Wine!" oppure "Blender!", no ragazzi, sappiamo tutti che ogni singola modifica anche banale implica un investimento di tempo e risorse, dunque si usa quel che si è sempre utilizzato non perchè sia il meglio ma perchè implica il minimo dispendio economico.

Tra l'altro non so se mi è sfuggito qualcosa ma dai tuoi link per esempio CATIA V6 gira esclusivamente su Windows, la cosa non è banale perchè anche nel caso in cui la V5 fosse portata in Linux (e bisogna vedere la qualità del lavoro), le aziende tendono con questi software da migliaia di euro ad acquistare pacchetti che comprendono l'aggiornamento annuale alla nuova versione che spesso non è compatibile al 100% con la precedente, non credo ci sia altro da aggiungere.

Inoltre ripeto che Draftsigth & company proposte come soluzioni alternative, sono veramente ma veramente lontani dall'essere utilizzati al medesimo livello di produttività delle controparti a pagamento, fai conto che Draftsigth è utilizzato da chi si basa principalmente sulla modellazione 3D, solo ed esclusivamente come semplice visualizzatore di file .dwg o .dxf.

Inoltre non dimentichiamo il problema fondamentale, non ho avuto esperienze in merito ma vorrei capire quanto tempo impiegherei a far girare degnamente Blender o chi per esso su una Workstation di ultima generazione con una Nvidia Quadro da 3.000 euro appena messa a listino, e sia chiaro che perdere 2 ore su un forum non è assolutamente accettabile per un ufficio tecnico che deve produrre documenti a raffica per mandare in produzione i componenti.

Non c'è storia, sono felice ogni volta che in qualche ambito Linux riesce ad affermarsi, ma è sostanzialmente impossibile ad oggi farlo penetrare a fondo in determinate realtà che sottolineo non sono affatto realtà di nicchia.

La sola cosa che riesco a fare ad oggi è promuovere l'uso di software libero quali Gimp, Inkscape, e Libreoffice dato che nelle aziende spesso vedo commerciali o addetti a reparti meno "tecnici", produrre documenti in maniere a dir poco rocambolesche del tipo fare editing con Paint  :o, oppure fare i salti mortali per apportare una mezza modifica ad un PDF, o convertire un PDF in file vettoriale, in questi piccoli compiti vedo che il software open è molto apprezzato (anche se solo sostanzialmente per l'essere gratuito).
« Ultima modifica: 16 Febbraio 2014 ore 20:10 da vellerofonte »

 

Template by Homey | Sito ufficiale | Disclaimer