Autore Topic: Problemi comuni e relative soluzioni  (Letto 1540 volte)

Offline andreazube

  • *
  • Post: 1595
  • Reputazione: 64
  • I AM THE INTERSECT
    • Mostra profilo
    • Lupo mannaro
Problemi comuni e relative soluzioni
« il: 27 Aprile 2013 ore 14:57 »
Scopo: Elencare i problemi più comuni di Chakra e indicare come risolverli
Prerequisiti: Si presume che grub sia gestito da Chakra

Live cd/usb

- Il live cd non parte
[spoiler]1) Controllare il md5sum della ISO scaricata.

Quando si effettua il download di Chakra da internet, c'è la possibilità che il file non venga scaricato nel modo corretto e/o presenti degli errori. Questi errori possono impedire il corretto funzionamento del sistema. Il programma md5sum è progettato per verificare l'integrità e l'autenticità dei dati.

Per controllare l'md5sum della ISO scaricata, recarsi nella pagina di download e fare click su file aggiuntivi. In fondo alla pagina che si aprirà, sarà scritto il md5sum della ISO più recente. Per esempio, l'md5sum della ISO di Chakra Benz, 2013.03, è 6a5eb6b3514dd8b2eea250ab74b895c4. Confrontare il md5sum trovato col md5sum della ISO scaricata. In windows questo si può fare mediante programmi come winmd5sum. In ambienti GNU/Linux ci sono vari programmi disponibili, in special modo plugin per i file-manager più usati, ma è forse più semplice usare il terminale: è sufficente aprire un terminale nella cartella dove è presente la iso ed eseguire
Codice: [Seleziona]
md5sum nome_iso.isoVerrà mostrato a video il md5sum della ISO, che dovrete confrontare con quello trovato precedentemente. Se i due md5sum non corrispondono, sarà necessario riscaricare la ISO.

2) Controllare il supporto di installazone
Se il md5sum è corretto, bisogna verificare il supporto d'installazione.
Se si è usato un DVD, assicurarsi che il DVD sia integro (possibilmente provare un DVD diverso) e assicurarsi di aver masterizzato la ISO con la più bassa velocità possibile, non superiore a 4x ( personalmente masterizzo a 2.4x). Se si è masterizzato senza controllare la velocità, ri-masterizzare la ISO.

Se si è usata una chiavetta USB, assicurarsi che la chiavetta sia perfettamente funzionante. Ricordarsi inoltre che Chakra non supporta il famoso tool Unetbootin, sarà quindi necessario usare tool alternativi come Imagewriter (sia per Windows che per GNU/Linux) o tool a riga di comando come dd ( per GNU/Linux)
[/spoiler]


- Dopo averla usata come supporto avviabile per installare Chakra, la chiavetta presenta una stranezza: il file-manager e il notificatore dispositivi riconosce due partizioni, ma c'è ne solo una (es. Flash_disk e CHAKRA_2013.03), e il problema rimane anche formattando la chiavetta e/o ricreando la sua tabella delle partizioni
[spoiler]Prima di tutto, collegare la chiavetta al pc, senza montarla, e scoprire a quale device corrisponde (es. /dev/sdb) mediante il comando

Codice: [Seleziona]
sudo fdisk -l
Quindi eseguire questo comando, sostituendo a "sdx" l'identificativo della chiavetta. Attenzione: non bisogna indicare una partizione, ma proprio la chiavetta (es. /dev/sdb, non /dev/sdb1)

Codice: [Seleziona]
sudo dd if=/dev/zero of=/dev/sdx
Infine, ricreare la tabella delle partizioni con un tool come partitionmanager e creare una nuova partizione primaria (si consiglia fat32).
[/spoiler]



Grub e avvio


- Eventuali altri sistemi operativi non sono stati riconosciuti
[spoiler]Una volta avviata Chakra, montare tutte le partizioni presenti sul disco fisso (per esempio con Dolphin, il file-manager predefinito), quindi aggiornare grub con

Codice: [Seleziona]
grub-mkconfig -o /boot/grub/grub.cfg[/spoiler]


- Grub non funziona correttamente e si è impossibilitati ad avviare Chakra o altri SO.
[spoiler]Si vedrà probabilmente un messaggio come
Citazione
Minimal BASH-like line editing is supported......

Sarà probabilmente necessario reinstallare Grub entrando in Chroot. Qui sono presenti le istruzioni da seguire.
[/spoiler]


- All'avvio si ottiene il seguente errore, ma l'avvio procede ugualmente: resume: no device specified for hibernation

[spoiler]Il problema è dovuto al fatto che il sistema non è in grado di rilevare la partizione di swap, partizione che viene usata al posto della ram quando quest'ultima è esaurita e che è necessaria per l'ibernazione.

Se non si ha una partizione di Swap, fare quanto segue:
Aprire come root il file /etc/mkinitcpio.conf

Codice: [Seleziona]
sudo nano /etc/mkinitcpio.confo
Codice: [Seleziona]
kdesu kate /etc/mkinitcpio.conf(nano è un editor di testi testuale, kate invece ha un'interfaccia grafica)

Quindi cercare la riga HOOKS e cancellare "resume".
Quindi, da cosi:
HOOKS="base udev keymap fsck autodetect pata scsi sata resume filesystems"
La stringa diventerà cosi:
HOOKS="base udev keymap fsck autodetect pata scsi sata  filesystems"

Salvare e chiudere il file, quindi eseguire

Codice: [Seleziona]
sudo mkinitcpio -p linux
(grazie a Danyf90 per questo passaggio)

Se si ha una partizione di swap, invece, per prima cosa scoprire qual'è la partizione di Swap del sistema con il comando
Codice: [Seleziona]
sudo fdisk -lPer esempio, nel mio sistema la riga relativa alla Swap è la seguente:
Codice: [Seleziona]
/dev/sda6       313841664   330223615     8190976   82  Linux swap / SolarisLa partizione di Swap, nel mio sistema, è quindi /dev/sda6.

Aprire ora come root il file /etc/default/grub
Codice: [Seleziona]
sudo nano /etc/default/grubo
Codice: [Seleziona]
kdesu kate /etc/default/grub
Cercare la riga GRUB_CMDLINE_LINUX_DEFAULT. Quindi, tra le virgolette, aggiunte resume=/dev/sdxx (dove sdxx è il numero della partizione di swap trovata in precedenza)
Un esempio può essere
Codice: [Seleziona]
GRUB_CMDLINE_LINUX_DEFAULT="quiet resume=/dev/sda6"
Ora chiudere e salvare il file modificato, quindi aggiornare grub in modo da usare le nuove impostazioni:
Codice: [Seleziona]
grub-mkconfig -o /boot/grub/grub.cfg[/spoiler]


-All'avvio, ricevo un avviso come /dev/sda2: clean, 172762/655776 files, 1468772/2622611 blocks, ma Chakra si avvia normalmente
[spoiler]Non è un problema. Semplicemente, Chakra ad ogni avvio controlla le partizioni segnate da controllare nel file /etc/stab. Un output come quello sopra è perfettamente normale.[/spoiler]



Pacman e CCR


-Una installazione da CCR fallisce a causa di spazio mancante sul device, ma la partizione di / ha spazio disponibile
[spoiler]Per installare da CCR, non viene usato lo spazio sul disco fisso, ma viene usata la ram. Di default viene usata al massimo la metà della ram disponibile.

Si consiglia quindi di riavviare e ricominciare l'installazione, specie nel caso in cui si abbia installato altri pacchetti da CCR nella sessione attuale (senza quindi riavviare nel frattempo)

Altrimenti, è possibile aumentare lo spazio disponibile per la compilazione.
Aprire come root il file /etc/fstab
Codice: [Seleziona]
sudo nano /etc/fstabo
Codice: [Seleziona]
kdesu kate /etc/fstab
Individuare la stringa relativa a /tmp, che di default è la seguente:
Codice: [Seleziona]
tmpfs /tmp tmpfs nodev,nosuid, 0 0Aggiungere quindi alle opzioni lo spazio che si vuole dedicare a /tmp con la seguente sintassi: size=XG (dove al posto di X si digita la quantità di GB da destinare). Per esempio,
Codice: [Seleziona]
tmpfs /tmp tmpfs nodev,nosuid,size=3G 0 0
Si può anche dire a ccr di usare una directory alternativa per la cache mediante l'opzione TMPDIR=/cartella/scelta. Un esempio è
Codice: [Seleziona]
TMPDIR=/home/nome_utente ccr -S nome_pacchetto
Se nemmeno cosi funziona, si può provare a installare da CCR manualmente, ovvero senza usare il tool ccr.
Aprire con un browser la pagina di CCR, quindi cercare il pacchetto desiderato. Una volta aperta la sua pagina, clickare su "Tarball" e scaricare il file. Estrarre l'archivio scaricato e posizionarsi nella cartella estratta, quindi eseguire
Codice: [Seleziona]
makepkg -s
sudo pacman -U *.pkg.tar.xz
Nel caso alcune dipendenze del pacchetto scelto non siano disponibili nei repository ufficiali ma solo in CCR, seguire lo stesso procedimento per installarle (prima di installare il pacchetto che le richiede).[/spoiler]


- Pacman non è in grado di installare pacchetti e considera insufficente lo spazio disponibile in /
[spoiler]Si consiglia di creare una partizione di root (/) di almeno 15GB al momento dell'installazione. In ogni caso, è possibile verificare lo spazio disponibile con il comando da terminale df
Se effettivamente lo spazio è esaurito, la cosa migliore che si può fare è eliminare la cache presente sul disco mediante il comando
Codice: [Seleziona]
sudo pacman -Scc
Spazio insufficente in / può, nei casi più gravi, portare anche all'impossibilità di avviare il sistema.[/spoiler]


- Mirror-check indica alcuni repository come "not synced"
[spoiler]Semplicemente, aspettare qualche ora o al massimo qualche giorno. Si possono scegliere mirror più veloci e più aggiornati seguendo questa guida.
[/spoiler]


Altro



- In impostazioni di sistema---> Stampanti, il sistema dice che il servizio non è disponibile
[spoiler]È necessario avviare cups. Per avviarlo, eseguire

Codice: [Seleziona]
sudo systemctl start cupsPer far avviare cups ad ogni avvio, eseguire
Codice: [Seleziona]
sudo systemctl enable cups[/spoiler]


- Nessun dispositivo bluetooth è riconosciuto
[spoiler]È necessario avviare il demone bluetooth. Per avviarlo, eseguire
Codice: [Seleziona]
sudo systemctl start bluetoothPer far avviare il demone ad ogni avvio, eseguire
Codice: [Seleziona]
sudo systemctl enable bluetooth[/spoiler]


-L'orologio di sistema mostra un orario sbagliato
[spoiler]Creare come root il file /etc/adjtime
Codice: [Seleziona]
sudo nano /etc/adjtimeQuindi scriverci dentro
Codice: [Seleziona]
0.0 0.0 0.0
0
LOCAL
Salvare il file e riavviare il sistema.

Se ancora l'orologio non fosse funzionante, eseguire
Codice: [Seleziona]
sudo ntpdate -s time.ien.it
sudo hwclock -w
[/spoiler]



Nota: Ho usato gli spoiler per rendere il tutto più ordinato, senza gli spoiler la guida era estremamente confusa.

Nota²: Questi sono i problemi più comuni che ho notato nel mio primo anno di uso di Chakra (l'ho installata per la prima volta il 28/04/2012), se conoscete altri problemi che ritenete comuni, be... i commenti ci sono (anche) per questo  :)
« Ultima modifica: 27 Aprile 2013 ore 16:14 da andreazube »

Offline ronnydaca

  • *
  • Post: 511
  • Reputazione: 1
    • Mostra profilo
Re:Problemi comuni e relative soluzioni
« Risposta #1 il: 27 Aprile 2013 ore 15:37 »
quiet,= y not found

Compare una cosa del genere all'avvio (non faccio in temo al leggerla) applicando la stringa per il messaggio sull'ibernazione.

Quel messaggio tra l'altro non mi compariva mai prima di provare la guida per e4rat.

Offline ronnydaca

  • *
  • Post: 511
  • Reputazione: 1
    • Mostra profilo
Re:Problemi comuni e relative soluzioni
« Risposta #2 il: 27 Aprile 2013 ore 15:45 »
Risolto.
Nella guida tu scrivi:

Citazione
GRUB_CMDLINE_LINUX_DEFAULT="quiet, resume=/dev/sda6"

Ho tolto la virgola e tutto funziona. ;)

Offline andreazube

  • *
  • Post: 1595
  • Reputazione: 64
  • I AM THE INTERSECT
    • Mostra profilo
    • Lupo mannaro
Re:Problemi comuni e relative soluzioni
« Risposta #3 il: 27 Aprile 2013 ore 16:14 »
Hai ragione; corretto

 

Template by Homey | Sito ufficiale | Disclaimer