Autore Topic: A parità di hardware, ma differente distro.  (Letto 4114 volte)

Offline dave

  • *
  • Post: 334
  • Reputazione: 12
    • Mostra profilo
Re:A parità di hardware, ma differente distro.
« Risposta #30 il: 30 Maggio 2012 ore 19:58 »
Con sid però è molto più frequente inciampare nei bug però c'è da dire che apt-list-bug aiuta parecchio su questo fronte. Pclinuxos effettivamente è un po' bruttina ma la puoi personalizzare come e quando vuoi (grazie kde) e i suoi repo sono ben forniti. Gentoo è una distro stupenda che vanta una documentazione al pari di quella per arch, purtroppo soffre di alcune pecche:
-tempi biblici di installazione (solo per installarla mi ci vuole un'oretta e per avere kde funzionante anche un paio di giorni)
-problemi con pacchetti mascherati/bloccati e dipendenze circolare (impediscono a portage di compilare)
-finito con la fase di installazione ti ritrovi con un sistema ne più ne meno come quello di arch/chakra, unica differenza che quello arch/chakra in 15/20 minuti è pronto.
Slackware 13.37 è un po' vecchiotta solo perchè la politica ricalca quella di debian-stable mentre se utilizzi il ramo -current ti ritrovi con una rolling release. Poi con slack puoi compilarti quello che preferisci senza nessun problema.
"...e se la rana avesse le ali non sbatterebbe il culo ogni volta che salta!"

Offline FranzMari

  • *
  • Post: 2810
  • Reputazione: 103
  • [Senior Packager]
    • Mostra profilo
    • IMHO blog
Re:A parità di hardware, ma differente distro.
« Risposta #31 il: 30 Maggio 2012 ore 20:09 »
@d4n1x: Sinceramente, visto il numero impressionante di distribuzioni esistenti, mi sembra strano che qualcuno possa non trovare quella più adatta alle proprie esigenze e al proprio hardware; tra l'altro credo che 10 anni fa i problemi di compatibilità hardware e di interfaccia grafica fossero molto maggiori rispetto ad ora. Per quella che è la mia modestissima esperienza, tutti quelli a cui ho fatto provare una qualsiasi distribuzione sono rimasti soddisfatti e sono sempre riuscito a sistemare qualsiasi problema di compatibilità hardware; ma è chiaro che posso semplicemente essere stato fortunato.

Ora non vorrei proseguire troppo con il discorso (stiamo andando un po' OT); hai detto molte cose giuste e condivisibili, ma resta il fatto che i sistemi GNU/Linux nascono per fornire agli utenti un sistema operativo composto da software libero, non per competere con le politiche di marketing di Microsoft e Apple (che invece sviluppano software per venderne il maggior numero di licenze): se uno vuole creare una distribuzione per questo scopo (come ha fatto Shuttleworth con Ubuntu o Google con Android) ha tutti gli strumenti per farlo, ma non può pensare di imporre questa priorità a tutto il mondo GNU/Linux.
Discorso simile per l'hardware: è certamente vero quello che dici tu, il numero di utenti influisce, ma le aziende vogliono anche vendere il nuovo hardware che producono, e fornire i driver ad un sistema che continuerà a supportare le "vecchie" periferiche vita natural durante non è vantaggioso quanto scriverli per un sistema che ad ogni aggiornamento perde la compatibilità con una grandissima quantità di periferiche. Facci caso: se un utente Windows aggiorna il sistema operativo e si rende conto che la sua stampante non è più compatibile, nella maggior parte dei casi esce e ne va a comprare una nuova (anche perché può fare poco altro), come se fosse la cosa più normale del mondo (se però lo stesso utente sta utilizzando un sistema GNU/Linux e la stampante non funziona, apriti cielo!) e questo alle case produttrici conviene.

In ogni caso, siccome sono discorsi fatti e rifatti in più e più sedi diverse, e siccome stiamo andando pesantemente OT, direi che è meglio se la chiudiamo qui, altrimenti dovremo moderarci da soli!  ;D
«Il valore dell'essere umano si determina nella misura in cui sia grande o piccola la sua capacità di contribuire al bene collettivo.» Jigorō Kanō

Offline Cylon

  • *
  • Post: 1960
  • Reputazione: 78
  • CYbernetic Life fOrm Node
    • Mostra profilo
Re:A parità di hardware, ma differente distro.
« Risposta #32 il: 30 Maggio 2012 ore 20:46 »
Ora non vorrei uscire troppo fuori tema, ma vogliamo parlare dei consumi energetici? nonostante le patch linux continua a massacrare le batterie dei protatili, il mio è un esempio banale windows batteria dura 5 ore linux 2 ore e 30 con laptopmode installato e kernel superiore al 3.2.5...
questo dei consumi, secondo me è la più grande pecca, di GNU/Linux. Uso GNU/linux su portaile dal 2003 e ormai sono stanco di combatterci, e sinceramente ho perso ogni speranza... GNU/Linux non è un sistema adatto ai portatili.. quest'ultima considerazione mi sta facendo pensare molto sul prossimo portatile che dovro acquistare, visto che mi sà tanto che non installerò piu distro sul portatile mi è balenata l'idea di predere un portatile con tastiera retroilluminata, il simbolo della marca sul coperchio illuminato e un sistema operativo che è chiuso con il luchetto.. ma solo per l'utente non per virus o trojan.  :-\

e non oso immaginare i prossimi tablet plasma active/ android che monteranno kernel della serie 3 !!! non è che con la srie 2.6 fosse meglio!
« Ultima modifica: 30 Maggio 2012 ore 20:48 da Cylon »
We are the Cylons. Lower your firewalll and surrender.Your PC will adapt to service our GNU/Linux systems. Resistance is futile. Extermination of human race has began!
                                                                     Non rispondo a PM

Offline andreazube

  • *
  • Post: 1595
  • Reputazione: 64
  • I AM THE INTERSECT
    • Mostra profilo
    • Lupo mannaro
Re:A parità di hardware, ma differente distro.
« Risposta #33 il: 30 Maggio 2012 ore 21:20 »
questo dei consumi, secondo me è la più grande pecca, di GNU/Linux. Uso GNU/linux su portaile dal 2003 e ormai sono stanco di combatterci, e sinceramente ho perso ogni speranza... GNU/Linux non è un sistema adatto ai portatili.. quest'ultima considerazione mi sta facendo pensare molto sul prossimo portatile che dovro acquistare, visto che mi sà tanto che non installerò piu distro sul portatile mi è balenata l'idea di predere un portatile con tastiera retroilluminata, il simbolo della marca sul coperchio illuminato e un sistema operativo che è chiuso con il luchetto.. ma solo per l'utente non per virus o trojan.  :-\

e non oso immaginare i prossimi tablet plasma active/ android che monteranno kernel della serie 3 !!! non è che con la srie 2.6 fosse meglio!
si, GNU/Linux non è molto adatto ai portatili...io lo uso su notebook,ma si vede che la compatibilità hardware è mooolto superiore sui fissi.
sui problemi di batteria non me ne frega niente  ;D ho sempre usato il notebook come fisso,attaccato alla rete elettrica  e con postazione-pc

Offline d4n1x

  • *
  • Post: 257
  • Reputazione: 18
    • Mostra profilo
Re:A parità di hardware, ma differente distro.
« Risposta #34 il: 31 Maggio 2012 ore 11:28 »
Cylon purtroppo anche il problema dei consumi è molto legato ai driver. Ad esempio ho notato che la mia scheda video su Fedora 17 che ha kernel 3.3.7 spara le temperature quasi tutte su i 60 gradi e una a 70 (nonostante abbia forzato la gpu in modalità mid anche perchè se no ho la ventolina che gira a massima potenza per tutto il tempo), su kubuntu con kernel 3.0.0 e con driver proprietari la ventola è quasi sempre spenta e ho tutte le temperature intorno a 50°. Vedi anche tu sei uno di quelli che ora si aggiunge alla mia lista di persone che si stanno dirottando verso mapple XD
@FranMari come ben vedi ci possono essere anche 200000 distribuzioni ma cosa ti danno? Alla fine sono tutte uguali, chi non ama gnome shell e unity e vuole usare kde e vuole anche usare driver proprietari non ha una distro completa e ben curata per kde, chi usa gnome-shell e usa le distro free centriche si ritrova con i problemi che abbiamo detto, e alla fine della fiera usano ancora tutti le derivate di ubuntu e/o come avevo detto prima iniziano a fare pensierini su mele marce XD Alla fine della fiera tanto che volevamo essere liberi che siamo finiti per non avere nulla di buono o doverci affidare ad un'azienda come Canonical (se sopporti unity) o a google (per android). Chakra ad esempio ora ha un buon successo proprio per la questione dei driver e perchè è kde centrica, ma da un'altra parte ci sono delle rogne, come ad esempio la questione di non poter installare tutto quello che ti pare che se ci lavori diventa veramente una rottura di balle...
Infatti giusto per tornare in tema :D la fluidità generale sia del sistema che dei video è dovuta molto spesso proprio a problemi con i driver.

Offline Cylon

  • *
  • Post: 1960
  • Reputazione: 78
  • CYbernetic Life fOrm Node
    • Mostra profilo
Re:A parità di hardware, ma differente distro.
« Risposta #35 il: 31 Maggio 2012 ore 11:35 »
Citazione
Cylon purtroppo anche il problema dei consumi è molto legato ai driver. Ad esempio ho notato che la mia scheda video su Fedora 17 che ha kernel 3.3.7 spara le temperature quasi tutte su i 60 gradi e una a 70 (nonostante abbia forzato la gpu in modalità mid anche perchè se no ho la ventolina che gira a massima potenza per tutto il tempo), su kubuntu con kernel 3.0.0 e con driver proprietari la ventola è quasi sempre spenta e ho tutte le temperature intorno a 50°. Vedi anche tu sei uno di quelli che ora si aggiunge alla mia lista di persone che si stanno dirottando verso mapple XD

lol hai una lista.. :) :) :)

dirottando no, ma ci stò pensando... sopratutto sono orientato su qualcosa di leggero, con batteria durevole, e possibilmente senza schede video ati/nvidia, tanto non ci devo ne giocare ne fare grafica 3D, ci devo "solo" compilare.
« Ultima modifica: 31 Maggio 2012 ore 11:38 da Cylon »
We are the Cylons. Lower your firewalll and surrender.Your PC will adapt to service our GNU/Linux systems. Resistance is futile. Extermination of human race has began!
                                                                     Non rispondo a PM

Offline d4n1x

  • *
  • Post: 257
  • Reputazione: 18
    • Mostra profilo
Re:A parità di hardware, ma differente distro.
« Risposta #36 il: 31 Maggio 2012 ore 11:43 »
Be allora c'è il DELL  xps14z costa meno del macbook pro 14 pollici e ha lo stesso hardware XD

Offline andreazube

  • *
  • Post: 1595
  • Reputazione: 64
  • I AM THE INTERSECT
    • Mostra profilo
    • Lupo mannaro
Re:A parità di hardware, ma differente distro.
« Risposta #37 il: 31 Maggio 2012 ore 11:48 »
Concordo sul discorso delle mille distro...
Basterebbero 2-3 distro per ogni DE principale (gnome-kde,xfce e lxde)
Ad esempio,i team di mint e ubuntu:
Invece di scannarsi e lavorare in proprio,non sarebbe meglio rilasciare 2 versioni di ubuntu,una con unity e l'altra con cinnamon (oppure un dvd da 4giga dove puoi scegliere che DE installare tra   kde,gnome 3 e cinnamon come versione "computer pro" e un dvd con mate,xfce e lxde come versione "computer vecchi")
ubuntu potrebbe lavorare per il sistema,il team di mint pensa all'interfaccia grafica....
Una distro in meno,e ne "nasce" una nuova con i pregi di entrambe.
Volendo,e mettendo un po da parte le divergenze,si potrebbero unire in questo modo decine e decine di distro,con un conseguente miglioramento generale dovuto al mancato spreco delle (poche) risorse (cosa che succede ora)
Comunque,secondo me debian meriterebbe molti più utenti: è multipiattaforma, relativamente facile da usare,ha (IHMO) il miglior package manager (o meglio,i .deb sono i più facili da trovare),se vuoi prendi il dvd e hai una distro simile a ubuntu,se vuoi usi la netinstall ed è quasi uguale a arch...
e sopratutto,sarebbe ora di scegliere un formato definitivo ( e tra i due principali, .deb e .rpm,preferisco .deb),ci guadagnerebbero tutti,e sarebbe più facile anche per le aziende/gli utenti  fornire software....
« Ultima modifica: 31 Maggio 2012 ore 11:50 da andreazube »

Offline Cylon

  • *
  • Post: 1960
  • Reputazione: 78
  • CYbernetic Life fOrm Node
    • Mostra profilo
Re:A parità di hardware, ma differente distro.
« Risposta #38 il: 31 Maggio 2012 ore 12:15 »
Be allora c'è il DELL  xps14z costa meno del macbook pro 14 pollici e ha lo stesso hardware XD

si ma il problema non cambia.. quanto mi durerebbe la batteria con GNU/Linux?.. poco, e siccome sto aspettando un portatile con core i5/i7 di 3 generazione, sopratutto per la scheda video integrata, molto probabilmente mi ritroverei a scegliere tra un sistema operativo che non soddisfa il mio desiderio di mobilità, e un'altro, una pantegana a piastrelle che non voglio vedere, cereto potrei downgradare a 7, oppure un sistema+hw che più chiuso non si può, più malato non si può... sinceramente costerà anche meno, non è questo il problema, io voglio semplicemente un portatile che mi duri con la batteria e che non mi faccia sclerare con l'hw... ci devo lavorare e non voglio perdere tempo.. al limite vista la mia avversione per la mela, potrei cambiare lavoro... :)
We are the Cylons. Lower your firewalll and surrender.Your PC will adapt to service our GNU/Linux systems. Resistance is futile. Extermination of human race has began!
                                                                     Non rispondo a PM

Offline dave

  • *
  • Post: 334
  • Reputazione: 12
    • Mostra profilo
Re:A parità di hardware, ma differente distro.
« Risposta #39 il: 31 Maggio 2012 ore 12:40 »
Il problema delle mille-mila distro è dovuto anche al differente modo di concepire il proprio sistema operativo. C'è chi lo vuole che ti faccia trovare pronto anche il caffè e le fette biscottate la mattina per colazione, e chi invece se lo vuole gestire sotto ogni più piccolo aspetto. Per il desktop è facile in quanto basterebbe supportarli più o meno tutti ma per altre cose come si fa? Il centro di controllo lo implementiamo? Se si meglio una cosa come yast di opensuse o meglio il mandriva-control-center (meglio l'mcc :-X)? Il gestore dei pacchetti quale sarebbe il top? Pacman? Apt? Yum? Urpmi? Ci sono troppe variabili per accontentare tutti, ed è qui il bello perchè cosi si può scegliere ciò che più ci aggrada! Se il prezzo della libertà è avere millanta distro simili allora per me è un prezzo più che giusto.
"...e se la rana avesse le ali non sbatterebbe il culo ogni volta che salta!"

Offline andreazube

  • *
  • Post: 1595
  • Reputazione: 64
  • I AM THE INTERSECT
    • Mostra profilo
    • Lupo mannaro
Re:A parità di hardware, ma differente distro.
« Risposta #40 il: 31 Maggio 2012 ore 12:57 »
Il problema delle mille-mila distro è dovuto anche al differente modo di concepire il proprio sistema operativo. C'è chi lo vuole che ti faccia trovare pronto anche il caffè e le fette biscottate la mattina per colazione, e chi invece se lo vuole gestire sotto ogni più piccolo aspetto. Per il desktop è facile in quanto basterebbe supportarli più o meno tutti ma per altre cose come si fa? Il centro di controllo lo implementiamo? Se si meglio una cosa come yast di opensuse o meglio il mandriva-control-center (meglio l'mcc :-X)? Il gestore dei pacchetti quale sarebbe il top? Pacman? Apt? Yum? Urpmi? Ci sono troppe variabili per accontentare tutti, ed è qui il bello perchè cosi si può scegliere ciò che più ci aggrada! Se il prezzo della libertà è avere millanta distro simili allora per me è un prezzo più che giusto.
Infatti non propongo una distro e basta
2-3 per ogni DE
una distro facilissima  chepuò diventare anche media (tipo un bottone "impostazioni avanzate")
una media che può diventare anche avanzata (stile debian)
e una stile arch che è  come vuoi tu al 100%
il formato dei pacchetti secondo me è la cosa più importante in assoluto
Il .deb secondo me,essendo il più diffuso,dovrebbe diventare lo standart.
Se qualcuno vuole altro può metterlo,ma uno standart ci vuole
e poi,forse qualcuno ci ha gia pensato,non sarebbe meglio ,invece di fare un cd/dvd fisso,dare anche la possibilità di "configurare" online la distro?
in pratica,prima di scaricare,metti i dati del pc (e togli cosi montagne di driver inutili che pesano e basta),metti i dispositivi che colleghi,specifichi il DE,ecc.
Cosi,uno può avere un dvd fisso se deve installare a tanti,ma l'utente normale si "crea" la propria distro,e magari viene anche informato di possibili problemi di driver
ma sicuramente qualcuno ci ha già pensato e ha riscontrato problemi nelle mie "proposte",altrimenti le cose non sarebbero ancora cosi

Offline cippaciong

  • *
  • Post: 708
  • Reputazione: 47
  • Fletto i muscoli e sono nel vuoto
    • Mostra profilo
Re:A parità di hardware, ma differente distro.
« Risposta #41 il: 31 Maggio 2012 ore 13:47 »
Servizi per crearsi la propria distro on-line esistono già.
Credo che la più famosa sia slax ma mi pare che ultimamente anche Opensuse stia facendo qualcosa di simile (non ricordo il nome però, mi spiace).

L'idea di avere solo 2-3 distro è puramente utopica, di questo ormai ne ho preso atto e stop. Utopica per il fatto che una delle prime leggi su cui si basa l'open source è "if you don't like it, fork it". Con tutti i pro e i contro che ne conseguono.

Per rispondere a Cylon, io sono arrivato a questa conclusione: piuttosto che Mac, Windows. Per lo meno posso scegliermi l'hardware che voglio e non spendere 2000€ per un computer visto che in giro se ne trovano di equivalenti (in termini di prestazioni) alla metà del prezzo. Tutto qui.

Offline dave

  • *
  • Post: 334
  • Reputazione: 12
    • Mostra profilo
Re:A parità di hardware, ma differente distro.
« Risposta #42 il: 31 Maggio 2012 ore 14:03 »
Lo standard per i pacchetti secondo Linux Standard Base è rpm quindi se le 2-3 distro utilizzassero solo quello un bel giorno qualcuno si sveglierebbe con l'idea di utilizzare i .deb ed ecco che nasce un fork e siamo a quota 4 distro. Visto che siamo in campo di opensource tutti possono fare quel che preferiscono ed è cosi che si arriva alle centinaia di distro. Sempre parlando di gestori dei pacchetti era nato il progetto AppStream che doveva unificare  il tutto, peccato che non arrivo a capire a che punto sono.
Di servizi per crearsi la distro online ho provato quello di opensuse e quello di debian ma penso che di strada ne devono fare ancora un po'.
"...e se la rana avesse le ali non sbatterebbe il culo ogni volta che salta!"

Offline d4n1x

  • *
  • Post: 257
  • Reputazione: 18
    • Mostra profilo
Re:A parità di hardware, ma differente distro.
« Risposta #43 il: 31 Maggio 2012 ore 20:58 »
@Cylon il portatile che ti ho detto io ha già la scheda video integrata XD


 

Template by Homey | Sito ufficiale | Disclaimer