Autore Topic: Arch e le sue derivate, più o meno...  (Letto 1142 volte)

Offline xanatos

  • *
  • Post: 40
  • Reputazione: 0
    • Mostra profilo
Arch e le sue derivate, più o meno...
« il: 30 Settembre 2014 ore 08:17 »
I giorni scorsi ho provato Netrunner rolling e Antergos, di cui parlano un gran bene, ebbene due vere patacche, poco stabili e molto inclini a piantarsi, in entrambe era quasi impossibile chiudere il PC, si bloccava il sistema. Su manjaro provato ripetutamente nelle sue varie versioni, già avevo steso un velo pietoso, ora come mai Chakra funziona meglio rispetto a quest'altre distribuzioni, sono bravi quelli di chakra o sono degli incapaci gli altri, ai posteri l'ardua sentenza... :o :o

Offline whoami

  • *
  • Post: 1562
  • Reputazione: 64
  • Quando c'era init i log arrivavano in orario!
    • Mostra profilo
Re:Arch e le sue derivate, più o meno...
« Risposta #1 il: 30 Settembre 2014 ore 08:56 »
...secondo me è merito del forum italiano! :D

A parte gli scherzi non ho provato nessuna delle distro che citi ma se hanno un seguito e qualcuno le usa proprio 'sti catorci non devono essere... penso che con le distro ci vada anche tanto culo fortuna... Mi ricordo ad esempio di aver installato e provato un po' fedora sul pc di un mio amico ed era inusabile, poi qui nel forum c'era gente che l'aveva usata con molta soddisfazione... Poi dipende dall'hardware, magari da un rilascio non uscito benissimo...

però concordo con te che i dev di chakra sono spettacolari come impegno dedizione e competenza e che chakra sia una distro altrettanto spettacolare!!! :beer:
echo "VQF AHELME I BI CI WECPF"| tr "ETAOINSHRDLUBCFGJMQPVWZYXK" "A-Z"

Offline alex

  • *
  • Post: 192
  • Reputazione: 4
    • Mostra profilo
Re:Arch e le sue derivate, più o meno...
« Risposta #2 il: 30 Settembre 2014 ore 09:44 »
Di Netrunner "normale" qui ne aveva parlato molto bene Andrazube se non ricordo male, e in effetti da live mi aveva fatto una buona impressione. Il difetto principale era che aveva troppa roba dentro, e vari doppioni delle stesse cose. La versione rolling dovrebbe essere basata su manjaro credo, quindi se non ti ci trovavi bene dubito che ti possa andrebbe meglio Netrunner.

Poi c'è poco da fare, qui siamo abituati bene  ;D

Offline sannythebest

  • *
  • Post: 47
  • Reputazione: 0
    • Mostra profilo
Re:Arch e le sue derivate, più o meno...
« Risposta #3 il: 30 Settembre 2014 ore 11:10 »
I giorni scorsi ho provato Netrunner rolling e Antergos, di cui parlano un gran bene, ebbene due vere patacche, poco stabili e molto inclini a piantarsi, in entrambe era quasi impossibile chiudere il PC, si bloccava il sistema. Su manjaro provato ripetutamente nelle sue varie versioni, già avevo steso un velo pietoso, ora come mai Chakra funziona meglio rispetto a quest'altre distribuzioni, sono bravi quelli di chakra o sono degli incapaci gli altri, ai posteri l'ardua sentenza... :o :o
Uso Antergos regolarmente, nessun problema  :o

Offline FranzMari

  • *
  • Post: 2812
  • Reputazione: 103
  • [Senior Packager]
    • Mostra profilo
    • IMHO blog
Re:Arch e le sue derivate, più o meno...
« Risposta #4 il: 30 Settembre 2014 ore 18:16 »
I giorni scorsi ho provato Netrunner rolling e Antergos, di cui parlano un gran bene, ebbene due vere patacche, poco stabili e molto inclini a piantarsi, in entrambe era quasi impossibile chiudere il PC, si bloccava il sistema. Su manjaro provato ripetutamente nelle sue varie versioni, già avevo steso un velo pietoso, ora come mai Chakra funziona meglio rispetto a quest'altre distribuzioni, sono bravi quelli di chakra o sono degli incapaci gli altri, ai posteri l'ardua sentenza... :o :o

Chakra non è più basata su Arch, a differenza delle distro da te citate.
Inoltre (e in conseguenza di quanto detto prima)i cicli di rilascio dei pacchetti sono differenti: è chiaro che una distribuzione rolling tenda ad essere meno stabile rispetto ad una semi-rolling (quale è Chakra).

Non dubito che anche i dev delle altre distro siano bravi come i nostri, ma è anche vero che si trovano a gestire un parco software in continuo aggiornamento, con tutte le problematiche che possono derivare da questo, mentre noi "ce la prendiamo più comoda" (le virgolette sono d'obbligo), il che ci semplifica un po' la vita.
«Il valore dell'essere umano si determina nella misura in cui sia grande o piccola la sua capacità di contribuire al bene collettivo.» Jigorō Kanō

Offline DottorGab

  • *
  • Post: 236
  • Reputazione: -31
    • Mostra profilo
Re:Arch e le sue derivate, più o meno...
« Risposta #5 il: 30 Settembre 2014 ore 18:59 »
Semplifica la vita, ma certo non  ne migliora la qualità finale. In chakra c'è un pacco software limitatissimo, sì ben collaudato, ma Chakra non diventa così per i molti. Non si pone questo obiettivo, mi direte, ma allora diventa una distribuzione che avrà poca vita perché e quando serviranno soldi, e questi servono sempre, non avendo utenza a chi si può chiedere?

Bridge l'ho trovata la migliore tra le derivate, antergos non mi piace per via dell'installazione forzata di certe cose, mentre manjaro, a che se ne dica, è una Ubuntu senza Canonical e senza debian, solo meno user friendly.

Resto dell'idea che Arch pura sia comunque meglio di qualsiasi distro, per utenti appassionati

Offline FranzMari

  • *
  • Post: 2812
  • Reputazione: 103
  • [Senior Packager]
    • Mostra profilo
    • IMHO blog
Re:Arch e le sue derivate, più o meno...
« Risposta #6 il: 30 Settembre 2014 ore 19:52 »
Semplifica la vita, ma certo non  ne migliora la qualità finale. In chakra c'è un pacco software limitatissimo, sì ben collaudato, ma Chakra non diventa così per i molti.

Perché, c'è qualche software per GNU/Linux che non possa essere installato su Chakra? Se non è nei repo ufficiali o su CCR si scarica il codice e si compila.

Non si pone questo obiettivo, mi direte, ma allora diventa una distribuzione che avrà poca vita perché e quando serviranno soldi, e questi servono sempre, non avendo utenza a chi si può chiedere?
Questo discorso è già stato fatto tempo fa e non dubito che ti ricordi bene come andò a finire...

*dlin dlon*

Comunicazione di servizio
Credo sia inutile sottolinearlo, ma lo faccio lo stesso: vi consiglio caldamente di non continuare con questo discorso, il flame è già andato avanti fin troppo nel vecchio topic e sono pronto a prendere provvedimenti seri  nel caso ricominci.

*dlin dlon*
«Il valore dell'essere umano si determina nella misura in cui sia grande o piccola la sua capacità di contribuire al bene collettivo.» Jigorō Kanō

Offline ronnydaca

  • *
  • Post: 511
  • Reputazione: 1
    • Mostra profilo
Re:Arch e le sue derivate, più o meno...
« Risposta #7 il: 30 Settembre 2014 ore 21:16 »
Perché, c'è qualche software per GNU/Linux che non possa essere installato su Chakra? Se non è nei repo ufficiali o su CCR si scarica il codice e si compila.
Se non è nei repo, o su CCR, e su AUR, aggiungerei, e poi si compila.

Ma Bridge alla fine non è una Arch pura alla fine dell'installazione? I repo non sono quelli di Arch?

Offline DottorGab

  • *
  • Post: 236
  • Reputazione: -31
    • Mostra profilo
Re:Arch e le sue derivate, più o meno...
« Risposta #8 il: 30 Settembre 2014 ore 21:48 »
Flame????? Flame di cosa???? Io esprimevo le mie opinioni in un topic bar senza essere offensivo e prendere sanzioni solo perché di idee diverse dalle vostre, mi sembra al quanto un atteggiamento talebano. Ho espresso che questa distro non è per tutti, ma se uno che la installa e non ha molta voglia passione curiosità, deve compilarsi un programma, cambia appunto distro. Non credo che avere una distro elitaria serva a qualcuno. E questo vale non per Chakra, ma per tutte, ed è in tema, questo, perché riguarda anche le mille derivate di Arch, tipo appunto AntergOS

Bridge usa i repo di Arch, ma installa alcune componenti non necessaria a tutti, così come tanti altri programmi. Il fatto è che Bridge ha spesso problemi nell'installazione riguardo il grub, forse con la prossima ISO si migliora qualcosa

Offline FranzMari

  • *
  • Post: 2812
  • Reputazione: 103
  • [Senior Packager]
    • Mostra profilo
    • IMHO blog
Re:Arch e le sue derivate, più o meno...
« Risposta #9 il: 01 Ottobre 2014 ore 00:13 »
Flame????? Flame di cosa???? Io esprimevo le mie opinioni in un topic bar senza essere offensivo e prendere sanzioni solo perché di idee diverse dalle vostre, mi sembra al quanto un atteggiamento talebano.

Rileggi bene quello che ho scritto, perché mi sa che non ti è chiaro.
Non ho detto che tu stai flammando e che ti sanzionerò (vorrei sapere dove hai letto una cosa simile).
Ho detto che sanzionerò chi dovesse dare il via ad un flame simile a quello che si scatenò nel vecchio topic in cui si parlava di questo argomento.
Magari così è più chiaro.
«Il valore dell'essere umano si determina nella misura in cui sia grande o piccola la sua capacità di contribuire al bene collettivo.» Jigorō Kanō

Offline dinolib

  • *
  • Post: 3226
  • Reputazione: 110
    • Mostra profilo
Re:Arch e le sue derivate, più o meno...
« Risposta #10 il: 01 Ottobre 2014 ore 08:47 »
Sono circa due anni che ho messo la testa a posto e non provo altre distro suimiei PC.

Confermo la risposta di whoami: va a "culo". Quando una distro si impianta, va male, va a scatti al 99% si tratta di problemi con driver e/o kernel. Se installando altre distro ti capita di avere problemi sono le prime cose da confrontare.
Altro discorso invece può essere la cura nell'interfaccia grafica, l'installer, il tipo di aggiornamenti e - marginalmente - la responsività del sistema (e anche questo potrebbe dipendere anche da alcune impostazioni del kernel oltre che al modo di compilare e linkare i pacchetti).

Detto questo: a me è capitata una figura di merda al contrario. Porto la chiavetta da un mio amico con netbook x fre il figo e fargli provare chakra (sul netbook di mia moglie scheggiava abbastanza rispetto a WinXP). Risultato: scattosissimo, quasi impossibile da usare. Non ho avuto tempo di metterci mani, ha provato comunque le varie Ubuntu e non ha avuto problemi. Ora se non ricordo male stava usando xubuntu.

 

Template by Homey | Sito ufficiale | Disclaimer