Autore Topic: A pinguino donato....non si perdona nulla!  (Letto 4704 volte)

Offline vellerofonte

  • *
  • Post: 1374
  • Reputazione: 58
  • #Chakra: Kde for life
    • Mostra profilo
A pinguino donato....non si perdona nulla!
« il: 07 Settembre 2013 ore 14:38 »
Pensavo qualche giorno fa a come l'utenza in generale, sia quella esperta che meno, spesso si trova a non perdonare nulla all'alternativa open al monopolio assoluto (o quasi).

L'utente Windows difficilmente si scandalizza se accendendo il PC si imbatte in una schermata blu, nera o strani ed inquietanti messaggi di errore, l'importante è trovare la scritta "premere F1 per continuare", eseguire il fatidico gesto e ritrovarsi nel proprio desktop preferito scollinante nel verde o piastrellato da un muratore bresciano.

Un software si inchioda clamorosamente? La rete non funziona più? Il PC sembra tornato all'epoca dei 486 con tastino turbo sul case disinserito?

Basta semplicemente riavviare la macchina, del resto "spegni e riaccendi" è la soluzione a tutti i bug in barba ad anni ed anni di studi sui libri di ingegneria informatica.

Poi per mettersi a posto la coscienza si avvia CCleaner chiudendo gli occhi e rispondendo solo "yes" a qualsivolglia richiesta, una deframmentazione veloce e via a navigare in mezzo a worm, spyware e malaware di ogni genere sino al prossimo inevitabile e ristoratore format.

Un giorno però ci si imbatte in Gnu/Linux, dove molte delle vicissitudini e tecniche di recupero di cui sopra divengono un semplice ricordo ma.....evidentemente non basta.

E' sufficiente un leggero artefatto grafico, una stampante non riconosciuta al primo colpo, un software non trovato in 30 secondi a far pensar male dell'intero pianeta Gnu/Linux, a far credere che in realtà anzichè mangiarsi questa minestra sarebbe il caso di RIbuttarsi....nella finestra.

Devo dire che pensieri di tale natura hanno toccato anche me soprattutto all'inizio, ora per come sono messe le cose nel mondo Windows piuttosto passerei a OSX e buonanotte al secchio. Tuttavia ho avuto a che fare con moltissime persone che per un particolare software, un piccolo baco incontrato sul loro cammino, un aggiornamento che forse non è andato bene al 101%, dicono di preferire il mondo Windows, se un prodotto lo paghi (o se "dovresti" pagarlo) non può che funzionare meglio di un prodotto rilasciato gratuitamente.

Un ragionamento strano, soprattutto se mi fermo a pensare a tutte le ore perse a deframmentare decine di volte in fila un disco fisso, cercare centinaia di voci nel registro di configurazione, scansionare in svariati modi il sistema alla ricerca di chissà cosa per rimediare ad un comportamento a cui non vi era rimedio se non semplicemente cambiando sistema (me ne fossi accorto prima....).

Avete avuto anche voi esperienze simili, vi capita magari di ritrovarvi a non perdonare il minimo difetto al vostro Aptenodytes forsteri, mentre milioni di persone sono alle prese con finestre e piastrelle dai bizzarri comportamenti da cui però sembrano non volersi in ogni caso separare?


Offline dongogo

  • *
  • Post: 52
  • Reputazione: 1
    • Mostra profilo
Re:A pinguino donato....non si perdona nulla!
« Risposta #1 il: 07 Settembre 2013 ore 15:16 »
Da quando sono passato al mondo GNU/Linux tutte le distro che ho ed utilizzo (Ubuntu, Mint, Chakra, Manjaro) non ho trovato alcun difetto al contrario le apprezzo tutte per il solo fatto che appartengono a quel mondo, ero stanco di frammentare, formattare, antivirus, antispyware, ect, ect.

A dir il vero molte volte non capisco e non tollero la rivalità tra distro differenti, anche perchè "De gustibus non disputandum est"
+open = - pirateria

Offline Ilgard

  • *
  • Post: 127
  • Reputazione: 0
    • Mostra profilo
Re:A pinguino donato....non si perdona nulla!
« Risposta #2 il: 07 Settembre 2013 ore 15:58 »
Pensavo qualche giorno fa a come l'utenza in generale, sia quella esperta che meno, spesso si trova a non perdonare nulla all'alternativa open al monopolio assoluto (o quasi).

L'utente Windows difficilmente si scandalizza se accendendo il PC si imbatte in una schermata blu, nera o strani ed inquietanti messaggi di errore, l'importante è trovare la scritta "premere F1 per continuare", eseguire il fatidico gesto e ritrovarsi nel proprio desktop preferito scollinante nel verde o piastrellato da un muratore bresciano.

Un software si inchioda clamorosamente? La rete non funziona più? Il PC sembra tornato all'epoca dei 486 con tastino turbo sul case disinserito?

Basta semplicemente riavviare la macchina, del resto "spegni e riaccendi" è la soluzione a tutti i bug in barba ad anni ed anni di studi sui libri di ingegneria informatica.

Poi per mettersi a posto la coscienza si avvia CCleaner chiudendo gli occhi e rispondendo solo "yes" a qualsivolglia richiesta, una deframmentazione veloce e via a navigare in mezzo a worm, spyware e malaware di ogni genere sino al prossimo inevitabile e ristoratore format.

Un giorno però ci si imbatte in Gnu/Linux, dove molte delle vicissitudini e tecniche di recupero di cui sopra divengono un semplice ricordo ma.....evidentemente non basta.

E' sufficiente un leggero artefatto grafico, una stampante non riconosciuta al primo colpo, un software non trovato in 30 secondi a far pensar male dell'intero pianeta Gnu/Linux, a far credere che in realtà anzichè mangiarsi questa minestra sarebbe il caso di RIbuttarsi....nella finestra.

Devo dire che pensieri di tale natura hanno toccato anche me soprattutto all'inizio, ora per come sono messe le cose nel mondo Windows piuttosto passerei a OSX e buonanotte al secchio. Tuttavia ho avuto a che fare con moltissime persone che per un particolare software, un piccolo baco incontrato sul loro cammino, un aggiornamento che forse non è andato bene al 101%, dicono di preferire il mondo Windows, se un prodotto lo paghi (o se "dovresti" pagarlo) non può che funzionare meglio di un prodotto rilasciato gratuitamente.

Un ragionamento strano, soprattutto se mi fermo a pensare a tutte le ore perse a deframmentare decine di volte in fila un disco fisso, cercare centinaia di voci nel registro di configurazione, scansionare in svariati modi il sistema alla ricerca di chissà cosa per rimediare ad un comportamento a cui non vi era rimedio se non semplicemente cambiando sistema (me ne fossi accorto prima....).

Avete avuto anche voi esperienze simili, vi capita magari di ritrovarvi a non perdonare il minimo difetto al vostro Aptenodytes forsteri, mentre milioni di persone sono alle prese con finestre e piastrelle dai bizzarri comportamenti da cui però sembrano non volersi in ogni caso separare?
Il mondo Linux è strano: la metà degli utenti passa buona parte del proprio tempo ad offendere altre distro ed i loro utilizzatori.
Penso che poi la poca tolleranza ai problemi derivi dal fatto che se si deve cambiare si pretende che il cambiamento porti ad un sistema molto migliore (dal punto di vista utente, non informatico) soprattutto considerato che molti hanno la percezione che anche Windows sia gratis nonostante magari sappiano che è a pagamento e quindi reputano le situazioni uguali (mentre invece dovrebbe esserci molta meno tolleranza ai problemi su Windows visto quanto costa).

Offline Masque

  • *
  • Post: 723
  • Reputazione: 60
    • Mostra profilo
Re:A pinguino donato....non si perdona nulla!
« Risposta #3 il: 07 Settembre 2013 ore 16:13 »
Boh... io non la farei cosi` tragica :P
Non e` vero che meta` degli utenti passa il tempo a denigrare le altre distro. (Parlo del denigrare da fanboy, non delle critiche, magari anche dure, ma ragionevoli). Ce ne sono alcuni, e magari non lo fanno nemmeno per tutto il tempo... ed altri a cui di tanto in tanto capita l'occasione. Solo che i flame attirano l'attenzione e procedono ad effetto valagna, ed il risultato e` che, talvolta, sembra tutto molto peggio di quello che e`.

Forse molti utenti windows che si lamentano avevano avuto aspettative troppo alte perche`, bisogna ammettere, che spesso quando vogliamo parlare dei vantaggi di gnu-linux, ci facciamo prendere abbastanza la mano. Da questo punto di vista, un po' fanboy lo siamo tutti. Cosi` arriva l'utente windows, pensando di trovare il nirvana, o almeno qualcosa che sia identico a cio` che usava ma con zero problemi, e si accorge che non e` per nulla cosi`. Niente pappa pronta. Niente default che devono andare bene per tutti. Qualche problema ogni tanto e tonnellate di documentazione in cui ci si perde. Una folla di utenti ognuno con le proprie idee, preferenze e metodi (ricordi? niente pappa pronta e niente default imposti dall'alto). Per chi non ha la pazienza di capire come filtrare le informazioni e come arrangiarsi, probabilmente, appare tutto come un gran caos.
Ed allora tanti saluti: torno al sistema operativo della malvagia Mamma-Corp, che so essere una schifezza, ma almeno e` la schifezza a cui sono abituato (e poi ci sono i giochi) (e tanto non l'avevo pagato comunque) .
« Ultima modifica: 07 Settembre 2013 ore 16:15 da Masque »

Offline Stardust_95

  • *
  • Post: 349
  • Reputazione: 2
    • Mostra profilo
Re:A pinguino donato....non si perdona nulla!
« Risposta #4 il: 07 Settembre 2013 ore 19:05 »
io invece per certi versi sono felicissimo che su linux le cose non vadano sempre benissimo, le varie distro sono fatte per diversi settori, se voglio una distro che non mi dia mai errori o cose strane mi prendo mamma debian e morta li, ma come distribuzione l'installer non è il massimo, se voglio divertirmi a smanettare c'è arch, gentoo e slackware, se voglio una distro per il business c'è suse/opensuse e red hat/fedora, se voglio una distro casalinga per tutti c'è ubuntu e derivate.

La cosa bella di linux è che se c'è un problema lo risolvi tu, capendo come funziona il sistema, mentre su windows se c'è un problema o aspetti che se ne accorgano in casa MS per risolverlo o te lo tieni. Esempio:

Ho un problema con il driver della scheda video

Su linux: metti i driver open/closed con questi comandi, riavvia e prova, se non funziona rimetti i vecchi driver con questi tre comandi, se anche così non funziona usa il driver universale vesa.

Su windows: aspetta l'aggiornamento della casa produttrice, reinstalla il driver, se non funziona formatta tutto e reinstalla

Utilizzo Chakra sin dal 2011, ma sono ancora nabbo XD

Offline Masque

  • *
  • Post: 723
  • Reputazione: 60
    • Mostra profilo
Re:A pinguino donato....non si perdona nulla!
« Risposta #5 il: 07 Settembre 2013 ore 19:21 »
oh si`. infatti il "gran caos" che per l'utente del mio esempio e` un difetto, dal mio punto di vista, invece, e` un pregio. e` varieta`, molteplici possibilta` di rendere il proprio pc esattamente come lo si vuole. e` la biodiversita`, con tutti i suoi pregi. gnu-linux e` un "bastardo", un meticcio, spesso piu` adattabile, intelligente e resistente delle razze col pedegree tirate su ad incroci fra parenti :D

Offline elvis

  • *
  • Post: 136
  • Reputazione: 9
    • Mostra profilo
Re:A pinguino donato....non si perdona nulla!
« Risposta #6 il: 07 Settembre 2013 ore 19:24 »
Un ragionamento strano, soprattutto se mi fermo a pensare a tutte le ore perse a deframmentare decine di volte in fila un disco fisso, cercare centinaia di voci nel registro di configurazione, scansionare in svariati modi il sistema alla ricerca di chissà cosa per rimediare ad un comportamento a cui non vi era rimedio se non semplicemente cambiando sistema (me ne fossi accorto prima....).
Mai fatto nulla del genere con windows. Qual è l'ultima versione che hai usato? XP?
Pc Config
--phenom x4 965 @ 3.4 ghz
--corsair 8GB ddr3
--nvidia gtx 460
--ocz agility 3 60GB (chakra)
--crucial m4 128GB (windows 8.1)

Offline vellerofonte

  • *
  • Post: 1374
  • Reputazione: 58
  • #Chakra: Kde for life
    • Mostra profilo
Re:A pinguino donato....non si perdona nulla!
« Risposta #7 il: 07 Settembre 2013 ore 19:32 »
Mai fatto nulla del genere con windows. Qual è l'ultima versione che hai usato? XP?

Sono partito da windows 3.1 sino a Windows 8, passando tutta la tragedia windowsiana fermandomi persino su Millenium il cui fallimento è paragonabile solo a Vista.

Sono un inesauribile smanettone e lo sono stato dai tempi del Commodore 64 (anzi del Vic 20), quindi sono sempre stato curioso di andare a rovistare nel sistema, di perfezionare le prestazioni di caricamento programmi, avvio del sistema ecc...

Oggi uso ancora ogni giorno Windows per motivi di lavoro, dire che non ha problemi è una bugia, persino un utente poco smaliziato come il mio datore di lavoro che più che la posta, word ed excel non usa, vede le prestazioni del suo bel Windows XP calare drasticamente di mese in mese sino a giungere a comportamenti francamente inspiegabili che portano inevitabilmente ad un format.

Quanto agli altri pc con Windows 7 ho perso il conto delle volte che li ho resuscitati grazie ad una live Gnu/Linux per questo o quell'altro motivo, per non parlare delle prestazioni che francamente non sono all'altezza dell'hardware (parliamo di Workstation da 3000 € non di PC da discount).

Infine un bel portatile nuovo con Windows 8, il festival dell'incoerenza fatto sistema operativo, solo il fatto che montare una flash drive o installare un software ti scaraventa da piastrellolandia ad un avanzo di desktop castrato di un tasto Start che francamente non aveva fatto del male a nessuno, lo rende un sistema assurdo, fortunatamente esiste il pinguino.
« Ultima modifica: 07 Settembre 2013 ore 19:37 da vellerofonte »

Offline andreazube

  • *
  • Post: 1595
  • Reputazione: 64
  • I AM THE INTERSECT
    • Mostra profilo
    • Lupo mannaro
Re:A pinguino donato....non si perdona nulla!
« Risposta #8 il: 07 Settembre 2013 ore 20:38 »
Pensavo qualche giorno fa a come l'utenza in generale, sia quella esperta che meno, spesso si trova a non perdonare nulla all'alternativa open al monopolio assoluto (o quasi).

L'utente Windows difficilmente si scandalizza se accendendo il PC si imbatte in una schermata blu, nera o strani ed inquietanti messaggi di errore, l'importante è trovare la scritta "premere F1 per continuare", eseguire il fatidico gesto e ritrovarsi nel proprio desktop preferito scollinante nel verde o piastrellato da un muratore bresciano.

Un software si inchioda clamorosamente? La rete non funziona più? Il PC sembra tornato all'epoca dei 486 con tastino turbo sul case disinserito?

Basta semplicemente riavviare la macchina, del resto "spegni e riaccendi" è la soluzione a tutti i bug in barba ad anni ed anni di studi sui libri di ingegneria informatica.

Vero, oramai ci sono abituati. Per molti, il computer funziona a magia, e ogni tanto si incanta.

Citazione

Poi per mettersi a posto la coscienza si avvia CCleaner chiudendo gli occhi e rispondendo solo "yes" a qualsivolglia richiesta, una deframmentazione veloce e via a navigare in mezzo a worm, spyware e malaware di ogni genere sino al prossimo inevitabile e ristoratore format.
Non penso che la maggior parte delle persone usi CCleaner, e nemmeno che abbia idea di cosa sia la frammentazione. Ma immagino che non sia questo il punto  :P
Citazione
Un giorno però ci si imbatte in Gnu/Linux, dove molte delle vicissitudini e tecniche di recupero di cui sopra divengono un semplice ricordo ma.....evidentemente non basta.

E' sufficiente un leggero artefatto grafico, una stampante non riconosciuta al primo colpo, un software non trovato in 30 secondi a far pensar male dell'intero pianeta Gnu/Linux, a far credere che in realtà anzichè mangiarsi questa minestra sarebbe il caso di RIbuttarsi....nella finestra.

Abitudine. E il fatto che credono di essere furbi. Perchè ci sono due sistemi, uno è gratis, l'altro costa millemila euro ma io che sono furbo lo posso avere gratis... quello sarà il meglio, di sicuro!

Per questo, si ingigantiscono i problemi dell'altro sistema, e si minimizzano quelli del sistema attuale, anche inconsciamente.
Io stesso a volte faccio cosi (all'inverso), inconsciamente, naturalmente in misura minore.

Sull'abitudine... un esempio pratico è IE. È lo zimbello dei browser, viene preso in giro da tutti, o quasi. Ma per arrivare dove siamo adesso, ci sono voluti svariati anni. E ha ancora un enorme numero di utenti, nonostante tutto.
Per far cambiare qualcosa a una certe tipologia di utenza, la cosa nuova deve essere migliore, e di tanto, di quella vecchia. In tutto. Tutto. C'è anche una sola cosa peggiore, e probabilmente l'utente tornerà indietro. E se invece cambia, probabilmente lo farà comunque quasi controvoglia, senza il minimo "entusiasmo". O almeno, questa è la mia esperienza.


Offline DottorGab

  • *
  • Post: 236
  • Reputazione: -31
    • Mostra profilo
Re:A pinguino donato....non si perdona nulla!
« Risposta #9 il: 07 Settembre 2013 ore 20:55 »
Personalmente credo che qualsiasi sistema operativo sia buono, ovviamente mi riferisco a quelli di punta come Windows 7 mica a Svista, e quindi credo che il problema sia l'utente. Personalmente a tutti quelli a cui ho dato delle normali dritte per Windows, come non installare programmi se non necessari, usare i portable, usare soluzioni gratuite, eccetera, non hanno mai avuto schermate blu, virus e driver che non funzionano. Il fatto è che dove girano soldi, girano interessi, era è e sarà sempre così, quindi io AMD che non navigo nell'oro, preferisco dare soluzioni più stabili a chi mi gira soldi. Poi che Windows 8 non piaccia esteticamente, e ti dò ragione è poco produttivo quando si lavora in remoto, questo non infastidisce l'utente medio che deve navigare e usare office.
Windows non è fatto per smanettare e per conoscerne ogni proprietà, è fatto per programmare e per i programmi gestionali, senza dimenticare i giochi, quindi perché criticarlo se l'uso che ne vuoi fare è diverso da quello per cui è stato fatto?  ;)

Offline dinolib

  • *
  • Post: 3226
  • Reputazione: 110
    • Mostra profilo
Re:A pinguino donato....non si perdona nulla!
« Risposta #10 il: 08 Settembre 2013 ore 08:37 »
Personalmente mi "annoio" un po' quando va tutto troppo bene. Inizio a cercare di inventarmi qualcosa per incasinare il sistema  ;D

Quando iniziate a sentire di non amare molto il pinguino fate una cosa: traditelo! Una scappatella. Vi basterà.

Proprio l'altro giorno x provare una nuova scheda grafica al lavoro ho riavviato la partizione con Vista (eh sì, il PC ha 5 anni e vista preinstallato). ODDIO. Riavviato 3 volte per aggiornare non so cosa. Tempi di avvio biblici. Rallentamenti e sfruculiate del disco senza motivo. Aggiornamenti dei programmi da fare a manina (una caterva erano 3-4 mesi che non lo aprivo). Popup di flash ed altri che chiedevano di fare l'upgrade. Attenzione massima a schivare l'installazione di software aggiuntivi (che poi ci vuole il doppio del tempo a sistemare che ti mettono barre nel browser, cambiano i motori di ricerca ecc.). Ho aperto 5 volte l'elenco dei processi per sicurezza temendo di trovarvi programmi malevoli a mia insaputa.

Insomma: un incubo!
Per fortuna ho il mio virtualbox con giusto 2 programmi che mi servono assolutamente e salvando lo stato macchina ci vogliono pochi secondi ad aprirlo...

Ed io dovrei pagare un sistema del genere? Ma siamo matti?

Offline andreazube

  • *
  • Post: 1595
  • Reputazione: 64
  • I AM THE INTERSECT
    • Mostra profilo
    • Lupo mannaro
Re:A pinguino donato....non si perdona nulla!
« Risposta #11 il: 08 Settembre 2013 ore 08:42 »
Be dai svista è anche un caso un po' a parte, 7/settete è un buon SO, nonostante alcuni difetti tipici di windows.

8 non l'ho mai provato per un periodo di tempo sufficiente a valutarlo ( e non voglio farlo, tanto la sua interfaccia grafica la vedo ogni volta che vado in bagno, con le piastrelle  ;D)


Certo che tu ti vuoi male se fai partire vista  :P

Offline DottorGab

  • *
  • Post: 236
  • Reputazione: -31
    • Mostra profilo
Re:A pinguino donato....non si perdona nulla!
« Risposta #12 il: 08 Settembre 2013 ore 09:18 »
Vista si sa è nato solo perché la Apple stava rilasciando ottimi aggiornamenti, così come Linux e soprattutto Ubuntu. Vista quindi non va considerato.  ;D

7 a mio dire è un ottimo sistema operativo, produttività alla mano, è meglio dei sistemi di Apple e di tutte le distro Linux. Poi certo, non è modificabile esteticamente, segue una filosofia basata sul guadagno, gestisce la ram in modo grezzo, è pericoloso durante gli aggiornamenti (se mentre c'è la schermata di aggiornamento salta la corrente, digli pure addio), non gestisce gli aggiornamenti dei programmi e offre servizi automatici praticamente inutili da almeno 10 anni, ma se del computer fai un uso firefox-office-programmaDiLavoro-lettorePDF-skype-gioco-vlc ti accontenti, o per tempo o per voglia o per capacità, di averlo già bello che pronto quando compri il computer.

Offline dinolib

  • *
  • Post: 3226
  • Reputazione: 110
    • Mostra profilo
Re:A pinguino donato....non si perdona nulla!
« Risposta #13 il: 08 Settembre 2013 ore 09:41 »
7 per onoore di cronaca ammetto che è moolto meglio di vista. Ma...

- i problemi di gestione aggiornamenti e software di terze parti permangono
- i problemi di sicurezza permangono (molto meno di vista o XP, lo ammetto)
- quando qualche cosa non va che fai? Qui scrivi ai dev. Per windows? Esempio: su 7 del netbook di mia moglie ho installato un programma per fare gli album fotografici (mediaworld). C'è un errore in una libreria e: non si capisce quale libreria lo dia e nessuno vuole aiutare a capire cosa sia. Nel mondo linux una cosa del genere non l'ho mai vista.

E' vero, ci ho perso un po' la mano con Win (bei tempi quando col 95 giocavo con le chiavi del registry!) ma sinceramente per essere un sistema professionale mi sembra alquanto approssimativo.

DottorGrab: cosa intendi per "produttività" del SO?
Sulla personalizzazione: non è verissimo che non è personalizzabile esteticamente! Fra l'altro non so ultimamente, ma una decina di anni fa almeno (non ricordo se 98 o XP) c'erano DE alternativi da installare. Erano perfettamente personalizzabili... (o era il windows manager? non ricordo).

PS: mi scuso per le tante imprecisioni su win, ma è davvero un pezzo che non mi ci dedico per più del tempo necessario a... fare un reboot!  ;D
« Ultima modifica: 08 Settembre 2013 ore 09:43 da dinolib »

Offline Stardust_95

  • *
  • Post: 349
  • Reputazione: 2
    • Mostra profilo
Re:A pinguino donato....non si perdona nulla!
« Risposta #14 il: 08 Settembre 2013 ore 09:57 »
Personalmente mi "annoio" un po' quando va tutto troppo bene. Inizio a cercare di inventarmi qualcosa per incasinare il sistema  ;D

Quando iniziate a sentire di non amare molto il pinguino fate una cosa: traditelo! Una scappatella. Vi basterà.

Proprio l'altro giorno x provare una nuova scheda grafica al lavoro ho riavviato la partizione con Vista (eh sì, il PC ha 5 anni e vista preinstallato). ODDIO. Riavviato 3 volte per aggiornare non so cosa. Tempi di avvio biblici. Rallentamenti e sfruculiate del disco senza motivo. Aggiornamenti dei programmi da fare a manina (una caterva erano 3-4 mesi che non lo aprivo). Popup di flash ed altri che chiedevano di fare l'upgrade. Attenzione massima a schivare l'installazione di software aggiuntivi (che poi ci vuole il doppio del tempo a sistemare che ti mettono barre nel browser, cambiano i motori di ricerca ecc.). Ho aperto 5 volte l'elenco dei processi per sicurezza temendo di trovarvi programmi malevoli a mia insaputa.

Insomma: un incubo!
Per fortuna ho il mio virtualbox con giusto 2 programmi che mi servono assolutamente e salvando lo stato macchina ci vogliono pochi secondi ad aprirlo...

Ed io dovrei pagare un sistema del genere? Ma siamo matti?

Infatti ogni tanto mi annoio e installo i driver closed della nvidia e immancabilmente kde non parte/gli effetti non funzionano/mi ritrovo kwin in stile openbox  ;D e immancabilmente devo cancellare il file xorg.conf e co.

Comunque si, ma io preferisco che vista abbia questi problemi, da 8 stanno "ciullando" (fregando) molte cose dai sistemi unix, e mi darebbe non poco fastidio che winzozz diventasse come linux con tutte le sue migliorie, perchè dopo la massa dice "ah questo linuz ha copiato winzozz, non sanno fare nulla."
Utilizzo Chakra sin dal 2011, ma sono ancora nabbo XD

 

Template by Homey | Sito ufficiale | Disclaimer