Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - IVIonty

Pagine: [1] 2 3 ... 27
1
Chakra Bar / Re:Cinema...che passione !
« il: 17 Novembre 2014 ore 20:16 »
**SPOILER ALERT**

Sono d'accordo, in effetti il film delude se lo si confronta con i capolari del genere, non delude se lo si confronta con i blockbuster del genere, tra cui oggettivamente svetta.
Come dice Hombre l'esplorazione spaziale è un setting, l'argomento cardine del film è un altro: cosa ci rende "umani" in situazioni (o luoghi) non fatti per l'uomo, e cosa ci rende migliori tra gli uomini?
Nolan contronta Cooper, il suo personale Odisseo ossia l'uomo "migliore" che sfida gli Dei (nel film il destino, le avversità, il tempo e lo spazio), con altri candidati per lo scettro di "miglior rappresentante della razza umana":

Il Prof. Brand, anche lui padre, ma prima di tutto scienziato

Amelia Brand, alfiere dell'amore di coppia che la spinge a scegliere quale pianeta esplorare quando le risorse (il tempo in primis) scarseggiano

Il figlio di Cooper Tom, l'uomo legato alla terra/Terra e dallo sguardo fisso su di essa

Ed infine il Dott. Mann che a più riprese viene indicato dai membri della NASA come il migliore tra i migliori, il più illuminato tra i pionieri e l'unico che ha in mente il bene della specie, senza distrazioni sentimentali. E che invece si rivela il più debole, codardo fino all'ossessione ed alla pazzia.

L'unico che mantiene la sua umanità e la sua voglia di gettare il cuore oltre l'ostacolo è Cooper, non perché sia intrinsecamente migliore,  ma perché è mosso da un sentimento (l'amore per Murph) che è il carburante del suo io, che gli fa ricordare cosa è e perché è al mondo: lottando per sua figlia lotta per l'umanità.

Per il resto Interstellar è un dramma che si consuma nello spazio tempo, ed oltre lo spazio tempo, nel wormhole come nel cuore di Cooper.

Non è un capolavoro assoluto, ma è un più che ottimo blockbuster.

2
Chakra Bar / Re:Cinema...che passione !
« il: 11 Novembre 2014 ore 23:00 »
Ce la siamo scampata per un pelo! Emmerich non ce lo vedevo proprio :|

Per quanto riguarda Interstellar ha veramente diviso pubblico e critica: non è un film perfetto, ma rimane imho un gran film anche a freddo. Ha dei passaggi sublimi come altri meno raffinati, forzati a volte, o troppo accelerati, ma rimane un vero film di fantascienza, d'intrattenimento, e secondo me anche molto coraggioso nel messaggio cristallino e non criptico che da. Può essere considerato superficiale o addirittura un eccesso di ambizione, ma da comunque una risposta ad una domanda antica, propria dell'uomo che affronta le sfide di Odisseo: cosa ci rende umani quando siamo soli, lontani, sperduti ... cosa rende un uomo migliore, il sapere che si porta dentro, o l'amore che alberga nel suo cuore ? ... infuria, infuria ... :)

PS: voglio rivederlo in lingua originale.. secondo me ne guadagnerà.. ho rivisto il trailer internazionale e mi sono ritornate insieme tutte le emozioni provate durante la visione (Cooper alle prese con la relatività di Einstein tra tutte) e questo mi basta per dire a me stesso che è stato un gran film, ne esco soddisfatto dalla visione come dice Masque :P

3
Chakra Bar / Re:Cinema...che passione !
« il: 10 Novembre 2014 ore 00:29 »
Sperando che non sia una gran stupidata...

Molto intrigante.. speriamo non si riveli una delusione come Transcendence.

Comunque stasera ho visto Interstellar di Christopher Nolan:

commento a caldo, senza spoiler, e con l'assoluta necessità di rivederlo: capolavoro, se non altro relativamente alla filmografia di Nolan.
Mi è piaciuto soprattutto per una ragione: è una summa di gran parte dei temi propri della fantascienza, ma anche un film profondamente umano (e sull'umanità) che nonostante ciò rimane fruibile ed avvincente.
Suspance tenuta viva per tutto il film, anche per merito delle musiche di Zimmer.
E un apprezzamento particolare va al cast, McConaughey in primis che regala una grande prova.
Ho letto e sentito paralleli tra il film di Nolan e 2001 Odissea nello spazio ed addirittura Solaris (film che direttamente o meno vengono citati) ma sono confronti che non reggono: Nolan non nasconde di voler fare blockbusters, magari più complessi o "impegnati" della media, ma comunque film per le masse.. e secondo me ce ne vorrebbero altri di registi così per dare un po' di ossigeno al cinema, passatemi il termine, pop.
Sicuramente Nolan non è e non sarai mai ne un nuovo Kubrick ne tantomeno un nuovo Tarkovskij, registi unici, ed ahimè, irripetibili.
In una certa misura vedo Nolan condividere una visione della realtà Spielberghiana, soprattutto propria dello Spielberg che è stato e che in parte non è stato più dopo i film culmine della sua carriera. Nolan parte da li, ossia dall'essere come Spielberg un regista popolare, emotivo, ma vi aggiunge una componente cerebrale, adulta e fredda nell'analisi, ma capace di emozionare con una singola inquadratura.

4
Chakra Bar / Re:Topic OT
« il: 27 Ottobre 2014 ore 14:08 »
Pardon per il doppio post da Tapatalk, mi sembro un bot pure io :P

5
Chakra Bar / Re:Topic OT
« il: 27 Ottobre 2014 ore 14:08 »
Sei un Cylone non sei contento? :-P

6
Chakra Bar / Re:Cinema...che passione !
« il: 01 Ottobre 2014 ore 23:01 »
Interstellar di Christopher Nolan trailer 3

<a href="http://www.youtube.com/watch?v=0vxOhd4qlnA" target="_blank">http://www.youtube.com/watch?v=0vxOhd4qlnA</a>

E la scimmia diventa King Kong  ;D

7
Essì molto interessante.
Avevo seguito la cosa tramite Wikileaks e F-Secure.
I governi spendono soldi per spiare i propri cittadini, e ora capisco la rabbia di facciata e la sostanziale immobilità dei leader europei dopo le rivelazioni di Wikileaks e Snowden. Loro facevano le stesse cose del governo americano ;P
Altra cosa nauseante è anche che software house che dovrebbero investire in sicurezza, quando trovano delle falle o vulnerabilità zero-day le vendono ai miglior offerente invece di renderle note e proteggere i propri clienti per primi.
Altra constatazione, il futuro è di nuovo dei cypherpunks, NaCl/Salt docet.

8
Chakra Bar / Re:Topic OT
« il: 01 Settembre 2014 ore 21:36 »
Questa la dedico in primis a Masque, sapendo che è appassionato di questi argomenti:

Probabilmente trovato l'interruttore, o per usare la metafora automobilistica utilizzata da chi ha condotto gli studi, la chiave dello stato di coscienza :P

"Koubeissi thinks that the results do indeed suggest that the claustrum plays a vital role in triggering conscious experience. "I would liken it to a car," he says. "A car on the road has many parts that facilitate its movement – the gas, the transmission, the engine – but there's only one spot where you turn the key and it all switches on and works together. So while consciousness is a complicated process created via many structures and networks – we may have found the key."

http://www.newscientist.com/article/mg22329762.700-consciousness-onoff-switch-discovered-deep-in-brain.html#.VASzmtZ3Qjg

9
Artwork / R: I vostri desktop
« il: 31 Agosto 2014 ore 10:20 »
[OT] Ogni volta che leggo le critiche a Chakra vertono su due aspetti triti e ritriti, validi non solo per Chakra:

1) Chakra e la sua filosofia di eliminare o ghettizzare le dipendenze GTK è anacronistica;

2) Chakra ha poca utenza, basandosi su Arch e poi discostandosi da Arch fa il male di Arch, come da principio fa Ubuntu con Debian, perché si basa sul lavoro dei dev della community di provenienza senza apportare contributi upstream.

Spesso queste critiche sono portare da persone che usano e apprezzano Gnome, e da persone che criticano i fork (uno degli aspetti fondanti del FOSS).

Il problema è che altre realtà, Ubuntu+Unity ma anche Fedora+Gnome ad esempio, sono la ragione principale della necessità di fork.

Perché dovrei contribuire con progetti solo apparentemente aperti, dove posso contribuire solo se mi adeguo alle direttive dei team di sviluppo? E se non fossi d'accordo con quelle direttive? Ho la minima possibilità di aprire un dibattito o apportare modifiche se sono condivise dalla maggioranza degli utenti? O mi sentirei semplicemente dire è così, se ti piace bene altrimenti adeguati?

Gnome è un ambiente "ecumenico"? Se ne frega delle app QT o di KDE.
Il fatto che in Fedora con Gnome io possa installare app QT vuol dire che gireranno bene grazie alle scelte dei developer del loro de di punta?

Io non critico fino in fondo le scelte di Gnome o Canonical, perché sono fatte non da team di hobbisti ma sono scelte imprenditoriali.
Ma a chi mi dice che i fork da queste scelte sono la prima causa del mancato successo di GNU/Linux sui desktop visto che fanno mancare supporto ai pochi progetti che potrebbero competere con Windows e OSX, rispondo che questi fork (compresi quelli meno riusciti imho come Cinnamon) sono l'espressione di GNU/Linux.
Preferisco avere scelta a costo di dispersione piuttosto che una conformità che renderebbe Linux poco diverso da Windows: semplicemente sarebbe open source, ma free software è un'altra cosa. [/OT]

10
Chakra Bar / Re:R: Re:Topic OT
« il: 23 Agosto 2014 ore 22:54 »
xmonad mai provato. fatto awesome, dwm e i3.
aweseome e` divertente se cominci a smanettare con la configurazione in lua. puoi farci davvero di tutto (basta guardare quello che ha combinato copycat-killer). di default, puoi considerarlo come dwm con tutte le patch piu` utili gia` inserite. dwm e` il suo progenitore. e` bello se vuoi una configurazione ultra minimal, ma con tutte le funzionalita` utili. secondo la filosofia suckless: invece di un programma solo che puo` far tutto (awesome), tanti programmi che possono interagire (dwm + applicazioni e script vari). puoi divertirti tanto a fare dei bei patchwork.
i3 e` molto ben pensato ed ha una configurazione molto versatile (non quanto awesome, ma e` comunque abbastanza diverso). quindi: dinamico contro statico dipende da come ti ci trovi meglio. io continuo a cambiare a seconda di come sono ispirato. Il vantaggio di i3 e dei wm statici e` che in qualsiasi momento puoi decidere dove far apparire le finestre nuove e come disporle. In modo molto preciso. Lo svantaggio e` che a volte hai l'impressione di passare troppo tempo a manipolare finestre e poco ad utilizzare i programmi, mentre un layout dinamico preimpostato in modo sensato, ti permetterebbe di concentrarti piu` sul contenuto.

Grazie :) a sto punto li provo tutti xD

11
Chakra Bar / Re:R: Re:Topic OT
« il: 20 Agosto 2014 ore 23:53 »
mmm ma anche gnome shell è cosi un miscuglio... basta aprire il file manager e il terminale...

Esatto, è il costo di voler costruire il proprio DE sulle GTK, che erano, sono e saranno sempre di più ad uso e consumo di GNOME (team di sviluppo di xfce, sentitevi chiamati in causa...).
Tra gli user *nix più puristi vedo sorgere levate di scudi contro due elementi fondamentali al momento:
- critiche pesantissime contro systemd, che sta accentrando e fagocitando elementi un tempo modulari e scalari del kernel e dell'init system per creare dei blob proprietari (a volte anche inintellegibile, come la polemica sui log salvati in binario);
- lo sviluppo di GNOME Shell e conseguentemente delle GTK 3 sta rendendo difficile il mantenimento o la scrittura di nuove app scritte in GTK ma non pensate per essere utilizzate in GNOME. Audacious che rimane alle GTK 2 è solo uno degli ultimi esempi.

Da un certo punto di vista, per fortuna che c'è KDE e le Qt

PS: e ncurses  :P

@Masque una cusiorità... mi sto riavvicinando ai tiling window manager dopo anni, e avevo provato solo xmonad.
Anche giusto superficialmente, differenze tra xmonad/i3/awesome? il tiling automatico piuttosto che manuale? haskell come linguaggio di configurazione piuttosto che lua?  :-[

12
Chakra Bar / R: Re:Topic OT
« il: 20 Agosto 2014 ore 17:50 »
E pensare che l'ultima volta che li avevo sentiti, facevano dell'ottimo sludge metal...

Una parte di me è ancora in lutto per il loro scioglimento ... e me li ritrovo in Iraq a combattere in nome di Allah con armi americane, che roba ;P


@Cylon
Il gioco di parole volgare era voluto xD
La qualità della beta di eOS è tale che in rete è stato subito rinominato Fregna !
C'è un mischione imbarazzante tra finestre classiche, finestre alla Gnome Shell con toolbar e pulsanti finestra sulla stessa riga a forza.
Nel pannello delle impostazioni e su altre applicazioni native (il correttore di android mi voleva far scrivere natiche lol) il tasto di chiusura finestra è pericolosamente vicino ai tasti di apertura documento o di ricerca ... ergonomia ai massimi livelli

13
Chakra Bar / Re:Topic OT
« il: 19 Agosto 2014 ore 23:10 »
ehhhhh  :o :o :o che nome ha  ??? ??? ???

Doveva chiamarsi Isis, poi visti i casini geopolitici in Iraq, e con gli ISIS che conquistano il paese a suon di fatwa, hanno optato per il nome Freya... 8)

Io son tornato alla configurazione di distro di default (per me) Arch con xfce + Chakra su cui sto provando i bei temi di Hombre  ;D
Se mi dovessi scassare di xfce probabilmente passerò a Openbox... imitando Crunchbang su Arch  :P

14
Chakra Bar / R: Topic OT
« il: 19 Agosto 2014 ore 19:32 »
Cylon visto che sei in vena di test,  prova anche la beta di eOS Fregna con le gkt 3, altro che hackintosh.
Vedrai la luce, tipo in fondo al tunnel quando scopri di averlo imboccato contromano..
Di eOS salvo i tools che hanno sviluppato. Plank ad esempio è un amore di dock, la sto usando in xfce

15
Artwork / Re:I vostri desktop
« il: 09 Agosto 2014 ore 22:45 »
@IVIonty
come si fa ad avere le icone moncromatiche in basso a sinistra che si vedono nel tuo screenshot?

Ridimensionando il pannello, nel senso riducendone l'altezza (e quindi contemporaneamente si ridurrà la grandezza delle icone nel pannello)

Pagine: [1] 2 3 ... 27
Template by Homey | Sito ufficiale | Disclaimer