Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - IVIonty

Pagine: 1 ... 25 26 [27]
391
Chakra Bar / Re:Topic OT
« il: 17 Dicembre 2012 ore 16:30 »
... Però è anche comprensibile la preoccupazione di alcuni utenti e dei moderatori. Si sa che le discussioni su argomenti politici e religiosi, tendono a sfuggire di controllo. :)

Ovvio, un po' come il calcio  :D
Cmq rispetto per il lavoraccio che devono fare i moderatori e quindi ci mancherebbe altro, torniamo pure IT nel topic OT  :-*

392
Chakra Bar / Re:Topic OT
« il: 17 Dicembre 2012 ore 15:05 »
... Anche se questa (rischio?) voglio raccontarla: ieri (uscito dal cinema)sono passato davanti ad un night. Il fatto è che l'edificio era una chiesa.
All'ingresso c'era scritto sulla targhetta d'ottone "ex-chiesa". Davanti ragazze in minigonna e un buttafiori vestito da prete. Sbirciando dentro c'erano ancora le panche, e una luce rossa stile film di esorcismi. NON sto scherzando. Ho lollato per 10 min abbondanti.

Dov'è sto locale che ci faccio un salto ?!  :lol:

Cmq è un peccato limitare le discussioni politiche in un topic OT, si escludono la metà degli argomenti possibili specie di questi tempi  :P

[super OT: non bannatemi per questo]
Sarebbe bello recuperare un po' di valore e di significato alla parola Politica, o discussione politica, senza considerarla un sinonimo di flame o di biechi istinti umani. La politica dovrebbe essere la base di ogni discussione tra cittadini, anche o forse ancor di più in un forum dedicato al free software/open source.
[/super OT: non bannatemi per questo]

393
Chakra Bar / Re:LIBRI: cosa state leggendo?
« il: 17 Dicembre 2012 ore 10:53 »
Curiosa questa cosa. Sembra fare il paio con la psicomagia di Jodorovsky (che invece, collaborava con Moebius).
Alla fine, rivedendo il film, m'è venuto in mente che il mio problema non era che, al tempo, non l'avessi capito, ma che non ci avevo trovato niente di speciale e che mi smebrava strano non avercelo trovato. Quindi ero rimasto con l'idea che mi fosse sfuggito qualcosa.
In effetti, il fumetto m'è piaciuto decisamente di più. Specialmente il personaggio di Nikopol.

Devo essere sincero questo pensiero l'ho avuto anche io.
Di Bilal apprezzo molto il primo volume della serie del "mostro", il "Sonno del mostro" che secondo me ha una struttura molto più potenzialmente cinematografica della serie di Nikopol. Eppure, nonostante questo, Bilal ha dimostrato di saper gestire meglio il mezzo cartaceo piuttosto che quello cinematografico. Il suo essere visionario, ma al contempo con una capacità di analisi sociologica fuori dagli schemi, mi aveva indotto a pensare che avrebbe trovato nel cinema un ambiente ideale.
Alla fine è la riprova che è difficile, forse impossibile, padroneggiare mezzi espressivi diversi con la stessa efficacia, ci sono riusciti veramente in pochi.

394
Chakra Bar / Re:LIBRI: cosa state leggendo?
« il: 17 Dicembre 2012 ore 10:19 »
Non libro ma fumetto. La Trilogia di Nikopol di Enki Bilal. A seguire, mi riguaderò il film "Immortel" sperando, ora, di capirci un po' di più :D
Bellissima opera e, come si può intuire dal mio avatar, di uno dei miei autori preferiti.
Il film non è male, anche perché Bilal ha curato direttamente soggetto, sceneggiatura e regia, anche se probabilmente tra i media visivi il cinema non è quello che gli si confà di più.

In che senso "Nessun 'bioenergetico' qui?"?
Non ho mai letto nulla dell'autore ma, se la memoria non mi inganna, è considerato il pioniere del concetto di bioenergia applicato alla psicologia di impronta occidentale. Semplificando molto credo che abbia introdotto un concetto moderno di "chi" o energia vitale nel rapporto tra psiche e corpo.

Io al momento sto rileggendo "Le memorie dello squalo" di Steven Hall e "La strada" di Cormac McCarthy, forse in cerca di fuga dalla società decadente in cui viviamo e ispirato dal periodo apocalittico di questa fine di dicembre Maya :P

395
Cippaciong ti devo ringraziare xkè mi hai indirizzato a capirne di più riguardo sto problemuccio  :beer:.

Da questa discussione http://www.mail-archive.com/systemd-devel@lists.freedesktop.org/msg06296.html emerge che c'è un vero e proprio problema in systemd riguardo la gestione delle risorse CIFS durante lo spegnimento del sistema.

Per qualche ragione, anche se la chain di dipendenze che vengono seguite allo spegnimento per rilasciare le risorse è corretta, il livello network viene abbattuto prima di quello dei remote-fs. Ciò però si verifica solo con mountpoints CIFS.

Un altra soluzione temporanea per risolvere il problema è modificare il file generato da systemd-fstab-generator presente in /run/systemd/generator col nome di mount-point.mount:

Codice: [Seleziona]
# Automatically generated by systemd-fstab-generator
[Unit]
SourcePath=/etc/fstab]
DefaultDependencies=no
After=remote-fs-pre.target
Wants=remote-fs-pre.target
Conflicts=umount.target
Before=umount.target

[Mount]
What=//192.168.1.37/be
Where=/mnt/be
Type=cifs
FsckPassNo=0
Options=/home/mlo/.samba/credentials,noauto,user,x-systemd.automount,x-systemd.device-timeout=60

Aggiungendo Requires=network.target e After=network.target.

Ciò si può fare in due modi, o applicando la patch proposta al link precedente, oppure modificando il file manualmente e poi aggiungendo l'opzione fstab=no allo script di avvio del kernel in modo che blocchi il parsing di systemd.

396
Si e diciamo che la parte personalizzabile di tutto ciò è inserire After/Before nella sezione Unit dei services di systemd, ma ciò è possibile solo con i servizi personalizzati da quel che ho capito.

Cosa che mi fa pensare male, e parlo da profano di systemd, è questo passaggio di un post di critica di systemd scritto da uno sviluppatore:

Citazione
"systemd creates autofs mount points and starts daemons before their filesystems are available (obviously, fs operations will block until then). Sounds horrible, right? This is going to be an administration nightmare. There is no way to do autofs right. If anything goes wrong with the underlying I/O or autofs itself, you’re left with an unusable system. Even on Solaris, which arguably has the most reliable automounter implementation available. Incorporating autofs into PID 1 and the boot process (and hanging services off it) guarantees problems."

Unendo questo alle due discussioni che ho postato sopra prese dal forum di Arch, si delinea il fatto che systemd generi comunque dei ritardi nel rilascio delle risorse gestite con automount...

Proverò ad approfondire la cosa, magari la soluzione è semplice anche se nessuno nella comunità di Fedora o Arch pare averla trovata e questo mi fa preoccupare eheh

397
Approfitto di questa discussione in cui è trattato un problema che sto riscontrando anche io per presentarmi essendo il mio primo post qui: sono Stefano e sono un nuovo utente di Chakra/Arch venendo dal mondo Slackware e Debian.

Scusate l'intromissione ma volevo aprire un thread simile...  ;)
Ho un NAS (Windows) che usa sia samba che ftp, attualmente ci accedo da Dolphin e copro quasi tutte le esigenze. L'unica che non copro è con l'uso di programmi tipo Clementine o Amarok, per gestire le collezioni musicali impongono che sia montato come un device.
Prima di reinstallare tutto lo montavo con cifs in fstab, ma avevo problemi a spegnere (avevo tempi di 120 secondi di attesa smontaggio). Voi cosa mi consigliate?

Sto incontrando un problema molto simile, ho già esposto la cosa sul forum inglese di Chakra, ma il supporto ricevuto è stato un po' ... passatemi il termine ... blando eheh

In breve questo è il mio fstab relativo al NAS NTFS:

Codice: [Seleziona]
//x.x.x.x/share1/share2 cifs credentials=/home/xxx/smbcredentials,iocharset=utf8,file_mode=0777,dir_mode=0777,x-systemd.automount 0 0
Il file system viene gestito alla grande dall'automount di systemd all'avvio e durante l'uso nel sistema, e anche i file musicali sono perfettamente gestibili da Amarok e simili, MA il problema nasce durante il riavvio o la chiusura del sistema. Systemd spegne prima la rete e solo dopo attiva l'unmount delle unità di rete, con conseguente tempo di attesa.

Ho trovato poi queste due discussioni che parlano del problema, che sembra dipendere da systemd:

1) https://bbs.archlinux.org/viewtopic.php?id=148751

2) https://bbs.archlinux.org/viewtopic.php … 9#p1170239

L'unico workaround che ho trovato è creare un servizio personalizzato di systemd che imiti il rc.local.shutdown utilizzabile in Arch prima dell'adozione di systemd:

Codice: [Seleziona]
[Unit]

Description=/etc/rc.local.shutdown Compatibility
ConditionFileIsExecutable=<script utente>
DefaultDependencies=no
After=rc-local.service basic.target
Before=shutdown.target

[Service]
Type=oneshot
ExecStart=<script utente>
StandardInput=tty
RemainAfterExit=yes

[Install]
WantedBy=multi-user.target

Dove al posto di <script utente> si può inserire uno script che faccia l'unmount delle risorse CIFS.

Tale soluzione non funziona sempre però... è possibile che con systemd non sia possibile gestire correttamente la chiusura delle risorse di rete?  ???

Pagine: 1 ... 25 26 [27]
Template by Homey | Sito ufficiale | Disclaimer