Autore Topic: Passaggio a systemd  (Letto 132294 volte)

Offline vellerofonte

  • *
  • Post: 1374
  • Reputazione: 58
  • #Chakra: Kde for life
    • Mostra profilo
Passaggio a systemd
« il: 18 Ottobre 2012 ore 07:14 »
Scrivo questo post principalmente per due ragioni:

A. Ho l'impressione che la news data recentemente non sia sufficientemente chiara

B. Potrebbe essere utile durante la fase di transizione per raccogliere problemi e soluzioni

Dicevo relativamente alla news che mi pare un pò confusa:

1 - Immediatamente avvisa di utilizzare il comando:

Codice: [Seleziona]
sudo pacman -Syu --ignore filesystem && sudo pacman -S filesystem --force && sudo pacman -S chakra-init
2 - Parte una pappardella sulla consistenza dell'aggiornamento [ok]

3 - Invita a controllare e prendere nota dei demoni avviati [ok]

4 - Indica i comandi da utilizzare per avviare determinati servizi UNA SOLA VOLTA  ???

5 - Recita in seguito "Dopo avere preso nota della vostra riga DAEMON, aggiornate:"  :o

in realtà seguendo pedissequamente la news, al punto 1 avrei lanciato il comando di aggiornamento, al punto 3 avrei preso nota dei demoni e al punto 4 avrei avviato dei servizi che al prossimo riavvio non saranno più attivi....ergo...a questo punto non dovrebbe esserci più nulla da aggiornare

6 - in caso di mancata conclusione del punto 5 (che si risolve alla lettera: "scrivi su un foglio di carta i demoni che avvii usualmente e lancia il mega comando di aggiornamento"), ripetere il comando

Codice: [Seleziona]
pacman -S chakra-init
Sono in sostanza abbastanza nebulosi:

1. L'ordine con cui imputare i comandi

2. I comandi da imputare per far sì che i servizi siano avviati permanentemente ad ogni avvio e non solo una volta

3. QUALI servizi andrebbero avviati per una installazione standard dato che dalla news si evince che taluni servizi sono avviati automaticamente, ad esempio con una lista del tipo:

DAEMONS=(syslog-ng dbus !network networkmanager netfs crond avahi-daemon avahi-dnsconfd alsa cdemud cups)

Quali servizi avviare? Quali no?

Mettendosi nei panni di un nuovo utente credo che una trattazione più didascalica e minimale sarebbe meno confusa.
« Ultima modifica: 18 Ottobre 2012 ore 09:30 da vellerofonte »

Offline kdekda

  • *
  • Post: 441
  • Reputazione: 22
    • Mostra profilo
R: Passaggio a systemd
« Risposta #1 il: 18 Ottobre 2012 ore 10:09 »
concordo, ho letto la News e ho pensato bene o male le stesse cose..

Inviato dal mio HTC Sensation con Tapatalk 2

Offline Cylon

  • *
  • Post: 1958
  • Reputazione: 78
  • CYbernetic Life fOrm Node
    • Mostra profilo
Re:Passaggio a systemd
« Risposta #2 il: 18 Ottobre 2012 ore 10:20 »
1 è un avviso di non usare pacman -Syu per aggiornare ma l'altro comando, ma non dice di lanciare l'aggiornamento:

Citazione
Speriamo che possiate avere del tempo per leggere l’intero post, ma la cosa più importante che dovete sapere è di non aggiornare mediante pacman -Syu, ma usare il seguente comando:

    sudo pacman -Syu --ignore filesystem && sudo pacman -S filesystem --force && sudo pacman -S chakra-init

Inoltre, NON FORZATE ASSOLUTAMENTE l’aggiornamento con -Syuf.

4. mia interpretazione, è un esempio sul come far partire un servizio una sola volta, e appena più sopra fà un'altro esempio su come far partire sempre i servizi usando cups.

5. a me sembra abbastanza chiaro, ma magari sono storto io :).. qui dice di aggiornare, non altrove

Citazione
Dopo avere preso nota della vostra riga DAEMON, aggiornate:

sudo pacman -Syu --ignore filesystem && sudo pacman -S filesystem --force && sudo pacman -S chakra-init

Ci saranno molte domande su conflitti e sostituzioni , rispondette a tutte “Si” (o “Yes).

6. cosa risulta non chiaro in:
Citazione
Se l’ultima parte dell’aggiornamento (pacman -S chakra-init) restituisce uno o due errori, ripetere questo passo,
poiché systemd a questo punto potrebbe non essere completamente inizializzato.

a me sembra chiaro, se ci sono errori causati dall'installazione di chakra-init, reinstallalo. ???

Citazione
Sono in sostanza abbastanza nebulosi:
1. L'ordine con cui imputare i comandi
vedi i punti 1 & 5 precedenti. :)

Citazione
Sono in sostanza abbastanza nebulosi:
2. I comandi da imputare per far sì che i servizi siano avviati permanentemente ad ogni avvio e non solo una volta
Qualsiasi cosa in più abbiate, come cups, la dovete riabilitare dopo il passaggio, con systemd dovete dare il seguente comando (al posto della riga DAEMON):

sudo systemctl enable cups.service

Sostituite “cups” con qualsiasi altro servizio volete avviare. Una lista completa di servizi da abilitare la potete trovare in /usr/lib/systemd/system.

Citazione
Sono in sostanza abbastanza nebulosi:
3. QUALI servizi andrebbero avviati per una installazione standard dato che dalla news si evince che taluni servizi sono avviati automaticamente, ad esempio con una lista del tipo:
DAEMONS=(syslog-ng dbus !network networkmanager netfs crond avahi-daemon avahi-dnsconfd alsa cdemud cups)
Quali servizi avviare? Quali no?
Network, kdm, avahi e quei servizi necessari per questi sono già abilitati.

Citazione
Mettendosi nei panni di un nuovo utente credo che una trattazione più didascalica e minimale sarebbe meno confusa.

proponiti sul sito internazionale come "scrittore" delle news... :) :) :)
« Ultima modifica: 18 Ottobre 2012 ore 12:21 da Cylon »
We are the Cylons. Lower your firewalll and surrender.Your PC will adapt to service our GNU/Linux systems. Resistance is futile. Extermination of human race has began!
                                                                     Non rispondo a PM

Offline vellerofonte

  • *
  • Post: 1374
  • Reputazione: 58
  • #Chakra: Kde for life
    • Mostra profilo
Re:Passaggio a systemd
« Risposta #3 il: 18 Ottobre 2012 ore 10:30 »
Ascolta Cylon, non volevo essere polemico e non volevo insultare il lavoro di nessuno, qui si tratta di far in modo che chiunque leggendo delle semplici istruzioni aggiorni senza problemi, e a detta mia e di kdekda le cose non stanno così.

Personalmente ho già fatto il passaggio su Arch molto più macchinoso e senza alcun problema seguento il chiarissimo (come sempre) wiki.

Dunque, dato che lo scopo di questo post non è far battute sarcastiche o dimostrare che la news è chiarissima (quando a mio avviso non lo è), ti chiederei di stendere proprio qui in risposta a questo post, la procedura corretta in modo assolutamente telegrafico:

passo 1:

passo 2:

passo 3:

.
.
.

credo sarebbe molto utile per tutti, molto più di mille giustificazioni o interpretazioni di quanto già scritto, una procedura di questo tipo non deve dare adito a personali interpretazioni, tutto deve essere chiaro come il sole, se mi date una mano a scrivere una procedura corretta e chiara la piazzo anche su Galaxy  ;)
« Ultima modifica: 18 Ottobre 2012 ore 10:40 da vellerofonte »

Offline Cylon

  • *
  • Post: 1958
  • Reputazione: 78
  • CYbernetic Life fOrm Node
    • Mostra profilo
Re:Passaggio a systemd
« Risposta #4 il: 18 Ottobre 2012 ore 10:40 »
no, io mica avevo interpretato in modo polemico, e per quello che alla fine del post ho detto di chiedere sul forum internazionale di poter scrivere le news..a volte, per me, sono un pò criptici...) :)

anche io ho gia fatto il passaggio su arch e non mi sembrava macchinoso :)

1. Dopo avere preso nota della vostra riga DAEMON, aggiornate:
sudo pacman -Syu --ignore filesystem && sudo pacman -S filesystem --force && sudo pacman -S chakra-init

2. se non ci sono errori proseguite al passo 3, altrimenti in caso di errori dovuti a chakra-init reinstallate quest'ultimo pacchetto.

3. avviare i servizi presenti nella riga DAEMON di rc.conf con:

Citazione
sudo systemctl enable nomeServizio.service

dove nomeServizio è il nome del servizio che si vuole attivare, l'elenco dei servizi lo si può trovare in  /usr/lib/systemd/system .
« Ultima modifica: 18 Ottobre 2012 ore 10:47 da Cylon »
We are the Cylons. Lower your firewalll and surrender.Your PC will adapt to service our GNU/Linux systems. Resistance is futile. Extermination of human race has began!
                                                                     Non rispondo a PM

Offline dinolib

  • *
  • Post: 3226
  • Reputazione: 110
    • Mostra profilo
Re:Passaggio a systemd
« Risposta #5 il: 18 Ottobre 2012 ore 10:43 »
+ o - ricalca il mio primo commento sull'argomento.

E' chiaro che chi frequenta assiduamente il forum e si interessa agli sviluppi non avrà problemi a seguire la guida.

Bisogna anche pensare però agli utenti newbie. Quando si cerca di seguire un utente alle prime armi per fare cose semplici ci si rende conto come tante cose che diamo x scontate non lo sono!

Cmq penso la cosa migliore da fare è quella di commentare in quest post l'andamento degli aggiornamenti e pregare gli utenti meno esperti di attendere un paio di giorni che saltino fuori eventuali magagne.

Offline vellerofonte

  • *
  • Post: 1374
  • Reputazione: 58
  • #Chakra: Kde for life
    • Mostra profilo
Re:Passaggio a systemd
« Risposta #6 il: 18 Ottobre 2012 ore 10:45 »
no, io mica avevo intrpretato in modo polemico, e per quello che alla fine del post ho detto di chiedere sul forum internazionale di poter scrivere le news..a volte, per me, sono un pò criptici...) :)

anche io ho gia fatto il passaggio su arch e non mi sembrava macchinoso :)

1. Dopo avere preso nota della vostra riga DAEMON, aggiornate:
sudo pacman -Syu --ignore filesystem && sudo pacman -S filesystem --force && sudo pacman -S chakra-init

2. se non ci sono errori proseguite al passo 3, altrimenti in caso di errori dovuti a chakra-init reinstallate quest'ultimo pacchetto.

3. avviare i servizi presenti nella riga DAEMON di rc.conf con:

dove nomeServizio è il nome del servizio che si vuole attivare, l'elenco dei servizi lo si può trovare in  /usr/lib/systemd/system .

OOOOOOH!!!!! Bastavano 3 righe per la news!  ;D ;D ;D

Ora sarebbe bellissimo se si riuscisse ad avere un elenco dei servizi più utili da avviare a mano poichè dalla news si evince che taluni servizi si avvieranno in automatico....

Offline Cylon

  • *
  • Post: 1958
  • Reputazione: 78
  • CYbernetic Life fOrm Node
    • Mostra profilo
Re:Passaggio a systemd
« Risposta #7 il: 18 Ottobre 2012 ore 10:46 »
ma infatti tutto quello che stà tra il titolo e
Citazione
Dopo avere preso nota della vostra riga DAEMON, aggiornate:

sudo pacman -Syu --ignore filesystem && sudo pacman -S filesystem --force && sudo pacman -S chakra-init

sono solo informazioni che potevano mettere alla fine :)
We are the Cylons. Lower your firewalll and surrender.Your PC will adapt to service our GNU/Linux systems. Resistance is futile. Extermination of human race has began!
                                                                     Non rispondo a PM

Offline FranzMari

  • *
  • Post: 2808
  • Reputazione: 103
  • [Senior Packager]
    • Mostra profilo
    • IMHO blog
Re:Passaggio a systemd
« Risposta #8 il: 18 Ottobre 2012 ore 12:20 »
Mi sa che sono storto anche io come Cylon, perché anche a me è sembrato assolutamente comprensibile il contenuto della notizia  :-\
«Il valore dell'essere umano si determina nella misura in cui sia grande o piccola la sua capacità di contribuire al bene collettivo.» Jigorō Kanō

Offline fedefox

  • *
  • Post: 1453
  • Reputazione: 34
    • Mostra profilo
    • Allevamento Della Repubblica Pisana
Re:Passaggio a systemd
« Risposta #9 il: 18 Ottobre 2012 ore 12:47 »
Cylon se nn sbaglio hai fatto te la traduzione della news giusto? nel caso aggiungi un link a questa discussione :)

Offline whoami

  • *
  • Post: 1562
  • Reputazione: 64
  • Quando c'era init i log arrivavano in orario!
    • Mostra profilo
Re:Passaggio a systemd
« Risposta #10 il: 18 Ottobre 2012 ore 13:21 »
Ma non so se sia cambiato qualcosa, ma a me nel passaggio i vari /etc/rc.conf, /etc/rc.local sono rimasti, quindi non capisco l'allarme sul segnarsi i demoni da avviare, visto che appunto il file a me è rimasto.
echo "VQF AHELME I BI CI WECPF"| tr "ETAOINSHRDLUBCFGJMQPVWZYXK" "A-Z"

Offline vellerofonte

  • *
  • Post: 1374
  • Reputazione: 58
  • #Chakra: Kde for life
    • Mostra profilo
Re:Passaggio a systemd
« Risposta #11 il: 18 Ottobre 2012 ore 13:29 »
Dunque riassumendo:

punto 1: presa nota dei demoni

punto 2: aggiornamento con

Codice: [Seleziona]
sudo pacman -Syu --ignore filesystem && sudo pacman -S filesystem --force && sudo pacman -S chakra-init
in caso di errori in fase finale dell'aggiornamento ridiamo:

Codice: [Seleziona]
sudo pacman -S chakra-init
punto 3: avviamento servizi, diamo indicazioni a systemd in relazione a quali demoni avviare con il sistema, il comando è:

Codice: [Seleziona]
sudo systemctl enable nomedemone.service
ad esempio per cups

Codice: [Seleziona]
sudo systemctl enable cups.service
resta a mio avviso il solo dubbio in relazione a QUALI demoni non necessitano di essere avviati poichè gestiti direttamente da systemd.

Offline Cylon

  • *
  • Post: 1958
  • Reputazione: 78
  • CYbernetic Life fOrm Node
    • Mostra profilo
Re:Passaggio a systemd
« Risposta #12 il: 18 Ottobre 2012 ore 13:29 »
Ma non so se sia cambiato qualcosa, ma a me nel passaggio i vari /etc/rc.conf, /etc/rc.local sono rimasti, quindi non capisco l'allarme sul segnarsi i demoni da avviare, visto che appunto il file a me è rimasto.
il file,rc.conf (pesumo anche rc,local), rimane, ma non viene più usato, lo potresti anche eliminare.

Citazione
resta a mio avviso il solo dubbio in relazione a QUALI demoni non necessitano di essere avviati poichè gestiti direttamente da systemd.

quelli li devi sapere tu, in base a quelli che hai aggiunto, una volta riavviato systemd "sistemi"
« Ultima modifica: 18 Ottobre 2012 ore 13:37 da Cylon »
We are the Cylons. Lower your firewalll and surrender.Your PC will adapt to service our GNU/Linux systems. Resistance is futile. Extermination of human race has began!
                                                                     Non rispondo a PM

Offline vellerofonte

  • *
  • Post: 1374
  • Reputazione: 58
  • #Chakra: Kde for life
    • Mostra profilo
Re:Passaggio a systemd
« Risposta #13 il: 18 Ottobre 2012 ore 13:48 »
quelli li devi sapere tu, in base a quelli che hai aggiunto, una volta riavviato systemd "sistemi"

Parlo dei servizi per i quali la news recita: "Network, kdm, avahi e quei servizi necessari per questi sono già abilitati"

Dunque, per quanto riguarda un'installazione assolutamente normale che presenti in rc.conf la riga:

DAEMONS=(syslog-ng dbus !network networkmanager netfs crond avahi-daemon avahi-dnsconfd alsa cdemud cups)

presumo che una volta completato l'aggiornamento, si debba dare:

Codice: [Seleziona]
sudo systemctl enable syslog-ng.service
Codice: [Seleziona]
sudo systemctl enable dbus.service
Codice: [Seleziona]
sudo systemctl enable netfs.service
Codice: [Seleziona]
sudo systemctl enable crond.service
Codice: [Seleziona]
sudo systemctl enable alsa.service
Codice: [Seleziona]
sudo systemctl enable cdemud.service
Codice: [Seleziona]
sudo systemctl enable cups.service
« Ultima modifica: 18 Ottobre 2012 ore 13:53 da vellerofonte »

Offline dinolib

  • *
  • Post: 3226
  • Reputazione: 110
    • Mostra profilo
Re:Passaggio a systemd
« Risposta #14 il: 18 Ottobre 2012 ore 14:02 »
comunque dando
Codice: [Seleziona]
systemctl si dovrebbe avere l'elenco dei servizi avviati ed agire di conseguenza.


[di interesse meno generale]
I pochi utenti che erano abbligati ancora a chiamare i moduli da rc.conf (nel mio caso vboxdrv, x es.) leggersi il wiki: http://chakra-linux.org/wiki/index.php/Systemd/it o questo commento: http://forum.chakra-project.it/index.php/topic,4564.msg27597.html#msg27597.
[/di interesse meno generale]

 

Template by Homey | Sito ufficiale | Disclaimer